Sembra che le riprese del travagliatissimo adattamento cinematografico di Uncharted, la serie di videogiochi action-adventure sviluppata da Naughty Dog, siano finalmente pronte a partire. A confermarlo è un video condiviso da Tom Holland, protagonista del film, attraverso le sue storie Instagram.

 
 

Sembra che, per assicurarsi un ambiente lavorativo il più sicuro possibile, la Sony abbia predisposto tutta una serie di misure da seguire scrupolosamente. Tra queste ci sarebbe anche il sottoporre Holland al tampone per il Covid-19, come testimoniato proprio dai video condiviso dal giovane attore attraverso il suo profilo IG.

Il video in cui vediamo Tom Holland sottoporsi al tampone è stato accompagnato dalla didascalia “First Day Back”, ossia “Primo giorno di ritorno”: l’attore dovrebbe trovarsi in Germania, e si è sottoposto al tampone in attesa di tornare sul set. A quanto pare, quindi, sembra confermato che Holland girerà prima Uncharted e poi Spider-Man 3, anche se non è escluso che le due produzioni – entrambe Sony – potrebbero sovrapporsi, soprattutto se lo studio confermerà a breve anche l’inizio delle riprese del nuovo film dedicato all’Uomo Ragno.

Tutto quello che sappiamo su Uncharted con Tom Holland

In UnchartedTom Holland sarà Nathan Drake, mentre Mark Wahlberg vestirà i panni di Sully Sullivan. Non tutti sanno che, inizialmente, Wahlberg avrebbe dovuto interpretare l’eroe del titolo anni fa quando David O. Russell era coinvolto nel progetto, mentre negli anni la Sony ha deciso di sviluppare il film come una origin story.

La sceneggiatura del film, che arriverà al cinema il 16 luglio 2021, è stata firmata da Art Marcum, Matt Holloway e Rafe Judkins, e racconterà le avventure del protagonista Nathan Drake nei suoi anni giovanili mentre diventa il cacciatore di tesori che tutti conosciamo.

Vi ricordiamo che Uncharted sarà la prima produzione cinematografica di Sony PlayStation Productions, divisione interna della Sony fondata lo scorso anno da Asad Qizilbash e Carter Swan in collaborazione con PlayStation Productions, Chuck Roven, Avi Arad, Alex Gartner e Ari Arad.