Jesse Eisenberg ha interpretato il celebre villain Lex Luthor in Batman v Superman: Dawn of Justice del 2016, per poi apparire nella seconda delle due scene post-credits di Justice League: nella scena in questione si scopre che Lex Luthor è riuscito ad evadere da Arkham e che ha assoldato il mercenario Slade Wilson, alias Deathstroke, per mettere insieme un proprio gruppo di supercriminali.

Adesso, in una recente intervista con ComicBookMovie, Jesse Eisenberg ha ricordato i tempi trascorsi nei panni di Luthor e discusso in merito alla possibilità di tornare, un giorno, ad interpretare il cattivo in uno dei prossimi progetti del DCEU. Eisenberg ha ammesso che gli sarebbe piaciuto interpretare di nuovo il personaggio, ma quando gli è stato chiesto se si fosse lasciato l’antagonista alle spalle definitivamente, ha risposto che non ha idea di quale potrebbe essere il suo futuro al cinema.

“Probabilmente, sono l’ultima persona a conoscere la risposta a questa domanda, perché non so come prendano queste decisioni”, ha spiegato l’attore in merito ad un eventuale ritorno del suo Luthor. “Sai, io provengo dal teatro, dove reciti un ruolo anche 200 volte di seguito e dove solo tu sai come ha funzionato davvero la tua performance. Cosa posso dire… Mi piacerebbe interpretare di nuovo il personaggio, ma non dipenda da me. Molto spesso capita che un attore abbia voglia di interpretare di nuovo un personaggio, ma in questo caso specifico è qualcosa che sfugge totalmente al mio controllo.”

Di recente abbiamo visto Jesse Eisenberg di nuovo nei panni di Lex Luthor in Zack Snyder’s Justice League, la versione originale del cinecomic ad opera di Zack Snyder, disponibile in Italia su Sky e NOW. Nell’epilogo della Snyder Cut è possibile vedere la scena girata in origine con i personaggi di Luthor e Deathstroke (modifica in seguito per la versione cinematografica), in cui il ricco e potente magnate rivela a Slade Wilson la vera identità di Batman.