È da tempo ormai che i fan si chiedono come i Marvel Studios introdurranno i personaggi degli X-Men nel MCU, sin da quando la Disney ha acquistato la 20 th Century Fox nel 2019. Ad oggi, molti credono che l’introduzione dei mutanti nell’universo condiviso potrebbe avvenire attraverso l’esplorazione del Multiverso.

 

Sappiamo già che il sequel di Doctor Strange, che sarà diretto da Sam Raimi, approfondirà l’esistenza di varie realtà alternative, e dal momento che Scarlet Witch sarà tra i protagonisti di quell’avventura, si ipotizza che la serie WandaVision possa preparare il terreno affinché “i figli dell’atomo” si uniscano al MCU.

Durante un’intervista con Deadline proprio in occasione della promozione di WandaVision, a Kevin Feige è stato chiesto se la prima serie Disney+ della Marvel servirà effettivamente come trampolino di lancio per la tanto attesa introduzione degli X-Men nel MCU. Come previsto, il boss non ha potuto confermare la cosa, ma al tempo stesso ha suggerito che potrebbe essere una possibilità…

Deadline: “Sappiamo, grazie alla presenza di Monica Rambeau in WandaVision, che il suo persnaggio di collegherà Captain Marvel 2 e che la serie sarà collegata a Doctor Strange in the Multiverse of Madness. WandaVision è quindi una trampolino di lancio per il revival degli X-Men che state attualmente pianificando?”

Feige: “Col senno di poi, tra cinque anni, quando riparleremo di tutto quello che è successo, tutto potrebbe essere stato un trampolino per tutto. Nello specifico… sì, per Monica in Captain Marvel 2 e per Wanda che collabora con Doctor Strange nel sequel.”

È una risposta vaga (come da tradizione), ma è vero che WandaVision sembra gettare le basi per un MCU molto diverso rispetto al passato. Ad oggi è improbabile che vedremo davvero il debutto degli X-Men nello show, ma nulla esclude che alla fine della prima stagione possa esserci una sorta di riferimento o qualche anticipazione in relazione al futuro cinematografico dei mutanti…