Doctor Strange nel Multiverso della Follia: Benedict Cumberbatch rivela di aver riscritto le scene chiave sul set

Benedict Cumberbatch ha riflettuto sulla sua esperienza in Doctor Strange nel Multiverso della Follia, rivelando di essere intervenuto per riscrivere le scene che coinvolgono le varianti del sequel. Continua a leggere per scoprirne il motivo!

-

Benedict Cumberbatch è diventato rapidamente un pilastro del MCU, con Doctor Strange del 2016 che ha posto le basi per lo Stregone Supremo per far sentire la sua presenza nei franchise di The AvengersThor e Spider-Man. Più di recente, abbiamo visto l’eroe in Doctor Strange nel Multiverso della Follia, un film che ha gettato le basi per Stephen per intraprendere una strada più oscura. 

Come la maggior parte dei film dei Marvel Studios, sappiamo che la produzione è stata alquanto caotica. Si ritiene che le riprese abbiano rimodellato parti significative del blockbuster, e si scopre oggi che Benedict Cumberbatch ha anche riscritto le scene chiave mentre era sul set.  “Devo scrivere alcune di quelle scene”, ha detto l’attore in un’intervista a Prestige quando gli è stato chiesto di interpretare tutte quelle varianti. “Ho suggerito che doveva diventare più oscuro a un certo punto. C’era una versione leggermente più sdolcinata a un certo punto e sono davvero felice del modo in cui si è evoluta. Sam Raimi era così pronto e Michael Waldron mi ha davvero supportato nella scrittura anche di queste scene”.

“Abbiamo trasformato quello che era un combattimento molto piccolo tra i due in una sorta di battaglia molto bizzarra e fantasiosa in quel momento”, ha detto Cumberbatch, presumibilmente riferendosi a quella battaglia finale tra gli Strani. “Era il modo in cui l’originale mi è stato presentato molto tempo fa, quando Scott Derrickson stava ancora lavorando con noi: Strange avrebbe incontrato le versioni di se stesso. Era qualcosa a cui volevo appoggiarmi”. Dopo aver preso in giro potenzialmente la riproduzione di più varianti in The Multiverse Saga, a Cumberbatch è stato chiesto se ora prova un senso di familiarità con Strange. La sua risposta è stata sì, anche se sembra che possa essersi scontrato con i Marvel Studios su come dovrebbe svolgersi la storia di questo personaggio. 

“È strano, a parte alcuni membri dell’equipaggio, penso di essere stata l’unica persona a continuare la storia e a salvaguardare Strange”, ha detto Cumberbatch,  “guidando il suo personaggio all’esistenza e talvolta anche educando le persone su un altro, il che è molto strano e ti da un senso di responsabilità perché sento ancora di avere molto altro da scoprire. C’è così tanta tradizione nei fumetti da portare nel MCU e questo è solo l’inizio per il suo personaggio”.

Non siamo sicuri di come decifrare questi commenti, sebbene ci siano vari modi per interpretarli. Cumberbatch è chiaramente felice del suo posto nell’MCU poiché ha parlato molto del futuro in questa intervista, quindi non c’è motivo di preoccuparsi che l’attore si allontani dal ruolo.

Redazione
Redazione
La redazione di Cinefilos.it è formata da un gruppo variegato di appassionati di cinema. Tra studenti, critici, giornalisti e aspiranti scrittori, il nostro gruppo cresce ogni giorno, per offrire ai lettori novità, curiosità e informazione sul mondo della settima arte.

Articoli correlati

- Pubblicità -
 

ALTRE STORIE

Resurrected spiegazione finale

Resurrected: la spiegazione del finale del film horror

Una tipologia di opere tanto recente quanto apprezzata è quella del screenlife film (o first person shot), in cui lo schermo cinematografico diventa lo...
- Pubblicità -