il traditore

Festeggia il decimo anno il Festival di Cinema&Letteratura Del Racconto, il Film l’unico itinerante del Sud Italia che coniuga la passione per il grande schermo con quella per il libro in cui vengono trattate tutte le sfaccettature del Sociale, organizzato dalla cooperativa sociale “I bambini di Truffaut” sotto la direzione artistica del giornalista e scrittore Giancarlo Visitilli.

Le piazze e i luoghi di Bari, Bitonto, Trani, Turi, Mola di Bari e Sannicandro di Bari si apprestano dal 15 giugno al 21 luglio 2019, ad ospitare i 22 eventi: presentazioni di libri, proiezioni, spettacoli, attori, scrittori, uomini e donne del sociale. Un traguardo importante, quello del decimo anno, che si concluderà a Mola di Bari, lì dove il festival è nato, con l’arrivo di Marco Bellocchio,  che dopo la presentazione del suo ultimo film “Il traditore”, riceverà le chiavi della città dal sindaco Giuseppe Colonna: un riconoscimento sentito per l’artista e per la sua capacità di interpretare il mondo e darne una visione critica il suo lavoro riconosciuto in tutto il mondo.

Per la prima volta, inoltre, il Festival introduce un concorso con tre diverse sezioni: I quattrocento colpi (film di carattere prettamente sociale); La terra vista dalla luna (film di carattere generale) Non ci resta che leggere (letteratura).  Al voto ci sarà una giuria popolare e due giurie di esperti – una di Cinema presieduta dall’attrice Francesca Inaudi e una di Letteraratura presieduta dalla scrittrice Nadia Terranova.

Il festival inizierà con una serie di incontri pre-festival in programma nelle piazze dei comuni aderenti alla “rete del Festival”, per arrivare al cuore della rassegna dal 18 al 21 luglio a Mola di Bari, proprio nella città in cui è nato. Per il secondo anno, il festival ritorna nelle carceri a Turi, Bari e Trani per coinvolgere ogni tipo di pubblico.

Tra i libri che verranno presentati dagli autori ci sono: “Cose più grandi di noi” (Einaudi) di Giorgio Scianna; Idda” (Einaudi) di Michela Marzano; il finalista al Premio Strega “Il risolutore” (Rizzoli) di Pier Paolo Giannubilo; “Ti mangio il cuore” (Feltrinelli) di Carlo Bonini e Giuliano Foschini; “La malalegna” (Mondadori) di  Rosa Ventrella; “Adesso tienimi” (TerraRossa) di Flavia Piccinni; “Esercizi di sepoltura di una madre” (Mondadori) di Paolo Repetti; “Il ladro di giorni” (Feltrinelli) di Guido Lombardi; “Le ultime lezioni” (Feltrinelli) di Giovanni Montanaro e “Le parole che mancano al cuore” (Sem) del conduttore Fabio Canino.

Alcuni tra i film che si potranno vedere sono: “Il bene mio” di Pippo Mezzapesa; “Dafne” del regista Federico Bondi, film vincitore del Premio Fipresci, nella sezione Panorama dell’ultima Berlinale; “L’esodo” di Ciro Formisano con protagonista Daniela Poggi; film “Estate 1993” di Carla Simon Pipó; “Il crimine non va in pensione” di Fabio Fulco; “Karenina & I” di Tommaso Mottola; “Ride” opera prima di Valerio Mastandrea; “L’affido una storia di violenza” di Xavier Legrand; “Directions – Tutto in una notte a Sofia” di Stephan Komandarev; “Selfie” di Agostino Ferrente e l’ultima sera “Il traditore” di Marco Bellocchio, di recente andato nelle sale, dove Pierfrancesco Favino interpreta Tommaso Buscetta, il primo importante pentito di mafia. Durante la serata sarà presente il regista e Piergiorgio Bellocchio, attore; Francesca Calvelli, montatrice; Luigi Lonigro, distributore (Rai Cinema – 01 Ditribution), presidente nazionale Distributori Anica.