Cristina Comencini

Tra le più affermate personalità dedite alla regia in Italia, Cristina Comencini Ha negli anni consolidato la propria notorietà realizzando alcuni dei più apprezzati film del panorama nazionale, alcuni dei quali hanno anche oltrepassato i confini italiani raccogliendo consensi anche dalla critica estera. Negli ultimi anni la Comencini ha continuato a realizzare film di rilievo all’interno della cinematografia italiana, collaborando con celebri attori e portando sul grande schermo storie originali e coraggiose. Ecco 10 cose che non sai di Cristina Comencini.

1Parte delle cose che non sai di Cristina Comencini

cristina-comencini-la-bestia-nel-cuore

Cristina Comencini: i suoi film

1. Ha diretto lungometraggi particolarmente apprezzati. La Comencini esordisce alla regia nel 1988 con il film Zoo, a cui poi seguiranno I divertimenti della vita privata (1990), La fine è nota (1993), Va’ dove ti porta il cuore (1996), Matrimoni (1998), Liberate i pesci! (2000) e Il più bel giorno della mia vita (2002). Nel 2005 conquista un particolare prestigio con il film La bestia nel cuore, con protagonista l’attrice Giovanna Mezzogiorno, che arriva ad ottenere importanti riconoscimenti. In seguito realizzerà i film Bianco e nero (2008), Quando la notte (2011), Latin Lover (2015), Qualcosa di nuovo (2016), Sex Story (2018) e Tornare (2019).

2. È anche sceneggiatrice. Oltre ad aver scritto le sceneggiature dei propri film, la Comencini ha ricoperto tale ruolo anche per opere altrui. In particolare ha incominciato la propria carriera collaborando alla scrittura delle serie Cuore (1984) e La storia (1986), per poi dedicarsi ai film Buon Natale… buon anno (1989), Due partite (2009) e La donna della mia vita (2010). Nel 2017 è invece autrice della miniserie Di padre in figlia.

 

Cristina Comencini: chi è suo marito

3. È sposata con un produttore. Dal 2001 la Comencini è sposata con il produttore Riccardo Tozzi, fondatore di Cattleya, il quale durante gli anni si è occupato degli aspetti produttivi dei film della regista. La coppia ha inoltre avuto una figlia, e ha negli anni mantenuto un profilo di vita riservato, evitando che venissero diffuse notizie su di loro che non riguardassero l’ambito lavorativo.

Cristina Comencini e Calenda

4. Ha un figlio politico. Nel 1973, all’età di soli 17 anni, la Comencini dà alla luce Carlo Calenda, noto per essere un politico ed ex ministro italiano, avuto con l’economista Fabio Calenda, poi divenuto suo marito. Pur se in seguito i due divorzieranno, manterranno un buon rapporto, mostrandosi insieme durante alcuni eventi di lavoro.

5. Suo figli ha recitato in una serie da lei scritta. All’età di dieci anni Carlo Calenda prende parte alla serie Cuore, sceneggiata dalla madre e diretta dal nonno Luigi Comencini. Qui ricopre il ruolo dello scolaro protagonista, Enrico Bottini. Successivamente però Calenda decide di non proseguire la carriera d’attore, preferendo il mondo della politica.

Indietro