The Veil, la spiegazione del finale: Imogen porta a termine la sua missione?

-

Il finale di The Veil di FX è andato in onda questa settimana e, come ci si aspetterebbe da questo complicato thriller di spionaggio, l’episodio, intitolato “The Cottage”, è stato ricco di colpi di scena. Come si conclude il viaggio comune dell’agente dell’MI6 Imogen Salter (Elisabeth Moss) e della riluttante agente dell’ISIS Adilah El Idrissi (Yumna Marwan)? Il progetto dell’ISIS di attaccare l’America sarà neutralizzato? E la serie lascia aperte le porte a una possibile seconda stagione?

Il finale di The Veil riunisce Imogen con il misterioso Michael

Il penultimo episodio si conclude con Imogen che afferma di credere che Adilah sia in fondo una persona perbene e la incoraggia a fuggire ancora una volta con lei, confidando che Imogen sarà in grado di assicurare una nuova vita a lei e a sua figlia Yasmina (Keyla e Nayla Bara) senza che Adilah debba permettere che l’attentato venga portato a termine. I due riescono a raggiungere Londra in autostop nonostante l’assortimento di forze dell’ordine e agenzie di intelligence che danno loro la caccia, tra cui gli alleati di Imogen presso la DGSE francese e la CIA americana.

Dopo essere arrivati in città, vengono raccolti da Patrick (Brian Milligan), un autista che lavora per Michael Althorp (James Purefoy), il pupillo del defunto padre di Imogen che l’ha preparata a una relazione sentimentale e che è stato mostrato in brevi flashback nel corso della serie. Patrick li porta nella sontuosa tenuta di Michael nella campagna inglese e Imogen gli rivela che lui stesso è un agente segreto d’élite, sperando che fornisca nuovi passaporti e documenti di immigrazione per Adilah e Yasmina.

Elisabeth Moss e Dali Benssalah in The Veil (2024)
© 2024, FX. All Rights Reserved.

Mentre cerca di sedurre Michael per ottenere i documenti, Imogen inizia a scoprire prove che suggeriscono che Michael sapeva che suo padre era un agente doppiogiochista che lavorava segretamente per la Russia, che anche Michael lo è e che è coinvolto nell’operazione ISIS.

Quando lei lo affronta, lui lo conferma e le dice anche che è il padre della figlia defunta di Imogen. Michael spiega la sua ideologia demenziale, che lo porta a credere che gettando il mondo nel caos l’umanità finirà per migliorarsi. Nel frattempo, Adilah ha un confronto teso con Patrick, che esprime una palese islamofobia che attribuisce al suo periodo di servizio come Royal Marine.

La storia di Adilah si conclude in modo straziante ne “Il velo”

the veil finale yumna marwan

Preoccupata che Michael non le aiuti, Imogen promette di portare in salvo Adilah e Yasmina, ma insiste che la prima le dica il nome della nave su cui l’ISIS sta trasportando l’arma nucleare negli Stati Uniti. Adliah si rifiuta di nuovo di dare il nome finché non vedrà Yasmina con i suoi occhi. Imogen decide invece di ottenere il nome da Michael e si mette a letto con lui prima di estrarre un coltello e pugnalarlo al pene, promettendo di ucciderlo se non le darà il nome.

Ma Michael estrae una pistola nascosta nelle lenzuola del letto e dichiara di non credere che Imogen possa arrivare a ucciderlo. Mentre le punta la pistola al mento, viene a sua volta colpito alla testa da Malik Amar (Dali Benssalah), responsabile del DGSE e amante di Imogen, che l’aveva rintracciata nella villa insieme all’agente della CIA Max Peterson (Josh Charles).

Imogen si prepara a fuggire di nuovo con Adilah, sapendo che ora è l’unica speranza di identificare la nave. Ma mentre i due stanno per uscire dalla villa, Patrick, ferito, spara ad Adilah alle spalle. Rendendosi conto che la ferita è mortale, Imogen esce dall’auto e giustizia Patrick, dopo averlo definito un codardo. Torna all’auto e si siede in lacrime accanto al corpo di Adilah, dicendo che le dispiace, prima di notare che Adilah aveva scritto il nome della nave con la condensa sul finestrino dell’auto, per cui Imogen la ringrazia in lacrime.

Le forze militari intercettano la nave e uccidono Emir (Alec Secareanu), amante di Adilah e contatto dell’ISIS, prima che possa far esplodere la bomba. Alla villa, Malik dice a Imogen che Max, a cui Patrick ha sparato quando sono arrivati, si riprenderà. Malik fa anche notare che ha fatto in modo che Adilah sia sepolta a Parigi accanto a suo nonno. Imogen dichiara di non voler sentire alcun dettaglio su Michael. Malik cerca di rassicurarla che è finita, usando il suo vero nome di battesimo, “Violet”.

Il padre di Imogen è peggiore di quanto immaginassimo in The Veil

 

Mentre si prende un minuto da sola in casa, Imogen nota della posta indirizzata a un cottage in un altro punto della proprietà di Michael e vi entra dopo che un occupante se ne va. All’interno, scopre le prove di un’ampia sorveglianza su se stessa e su vari eventi mondiali, comprese parti del complotto dell’ISIS. Suppone che l’occupante sia suo padre, che in qualche modo è sopravvissuto al tentativo della CIA di assassinarlo e che da allora la sorveglia e continua a partecipare al lavoro dei servizi segreti russi.

Ad alta voce, osserva che “mi hai visto diventare un centinaio di estranei” e si chiede come un padre possa abbandonare il proprio figlio come ha fatto lui, affermando: “Sei stato un traditore, e non solo per loro. Sei stato un traditore nei miei confronti e non ti perdonerò mai e poi mai per questo“. Infine, cita la Tempesta, dicendo: “L’inferno è vuoto, e tutti i diavoli sono qui”, e se ne va.

Josh Charles e Dali Benssalah in The Veil (2024)
© 2024, FX. All Rights Reserved.

Nella scena finale dell’episodio, Imogen accompagna Yasmina e sua zia Nour (Nadia Larbioune) all’aeroporto, assicurando loro di aver fatto tutto il possibile per farle arrivare in Canada sane e salve e iniziare una nuova vita. Mentre guarda il tabellone delle partenze, Imogen riceve una telefonata, forse da Malik, con i dettagli di una nuova missione e dice che sarà lì tra poche ore. Facendo eco alla sua presentazione nel primo episodio, chiede quale sarà il suo nuovo nome di copertura e sorride discretamente tra sé e sé.

Questo finale, simile a quello di molte famose storie di spionaggio, tra cui quelle dei franchise di Mission: Impossible e James Bond, fa pensare che potrebbe essere prodotta una seconda stagione (o anche di più), incentrata su Imogen che intraprende una missione separata, anche se la storia di Adilah si è conclusa. La Moss ha chiarito di essere interessata a continuare a interpretare il ruolo, come ha recentemente dichiarato a Collider,

Quando siamo arrivati alla fine della stagione, personalmente mi sentivo come se avessimo appena iniziato. … L’opportunità di portarla in luoghi diversi, di darle un’altra missione, di farle interpretare qualcun altro e di darle un altro nome, sembra troppo divertente per non pensarci“.

Detto questo, visto quanto Adilah e il suo rapporto con Imogen siano stati parte integrante della prima stagione, alcuni potrebbero comprensibilmente pensare che sia meglio lasciare lo show, che è stato spesso descritto come una miniserie, come una storia unica. Con la morte di Michael, la direzione più drammatica per portare avanti la storia personale di Imogen sarebbe quella di farle affrontare direttamente il padre, ma il ruolo di quest’ultimo come qualcosa di diverso da un cattivo veramente efferato potrebbe ridurre l’impatto della sua dichiarazione finale nel cottage.

Detto questo, ci sono ancora aspetti della storia di Imogen che potrebbero essere approfonditi. A parte la sua discendenza, sappiamo ancora poco della figlia di Imogen, compreso il motivo per cui è morta, e le continue lotte di Imogen con il lutto (che potrebbero facilmente essere aggravate dalla perdita di Adilah) costituirebbero una solida base emotiva da cui la serie potrebbe continuare a espandersi, soprattutto se Imogen tentasse di consolidare e migliorare il suo rapporto con Malik ora che Michael non c’è più. Il rapporto di lavoro antagonista della coppia con Max potrebbe continuare a fornire alla serie il suo inaspettato senso dell’umorismo, soprattutto ora che Malik e Max si sono un po’ ammorbiditi l’uno con l’altro, con Max che rassicura Malik di essere un partner più bello e più adatto a Imogen rispetto a Michael.

The Veil in streaming è disponibile su Disney+

Iscriviti a Disney+ per guardare The Veil  e molto altro. Dove vuoi, quando vuoi.

Redazione
Redazione
La redazione di Cinefilos.it è formata da un gruppo variegato di appassionati di cinema. Tra studenti, critici, giornalisti e aspiranti scrittori, il nostro gruppo cresce ogni giorno, per offrire ai lettori novità, curiosità e informazione sul mondo della settima arte.

Articoli correlati

- Pubblicità -
 

ALTRE STORIE

Lui non sarà più tuo film

Lui non sarà più tuo: trama, cast e curiosità sul film

L’ossessione amorosa è una tematica che si ripresenta spesso al cinema e che nel tempo è stata alla base di film affermatisi come grandi...
- Pubblicità -