Masters of Sex 3×01 recensione dell’episodio con Michael Sheen

824

1965 Boston, Massachusetts. Virginia e Bill sono pronti per presentare alla comunità scientifica il loro lavoro sullo studio delle sessualità umana attraverso un dibattito incentrato sulla bozza definitiva di quello che sarà la pubblicazione del libro.

Masters of Sex 3x01-2Parliament Of Owls, è il primo episodio della terza stagione di Masters of Sex, per l’occasione sceneggiato dalla creatrice della serie Michelle Ashford. Ci troviamo così davanti ad una puntata in cui assistiamo al futuro della coppia di ricercatori e alle pieghe che questa prenderà. Un futuro che si presenta con un esito incerto dovuto alle reazioni delle loro risposte al cospetto dei “gufi” giornalisti che con le loro insinuazioni, sempre più incalzanti, metteranno in crisi i due ricercatori che seppur affrontino la situazioni con totale padronanza della materia Virginia mostra una inspiegabile tensione a Bill.
Ma l’episodio decide anche di alternarsi con il passato, facendo un passo indietro di quattro mesi, che risolleva le stesse questioni maturate nella seconda stagione ma con leggere sfumature, ossia, la relazione di Virginia (Lizzy Caplan) e Bill (Michael Sheen) ormai visibilmente stabile, la consapevolezza del tradimento da parte di Libby (Caitlin Fitzgerald) nonché una nuova forma di depressione maturata dalla convinzione di poter perdere il suo ruolo nonché il suo nucleo familiare. Le conseguenze di Virginia come madre per aver “scelto” lo studio ai figli e i problemi di Bill con le varie etichette, quelle già note di marito e di amante e quella inedita di genitore che lo porta in un paio di scene al confronto con la storia di suo padre.

Masters of Sex 3x01-3Così le parentesi nella casa al lago diventano un “laboratorio” che innesca vari meccanismi narrativi in relazione con i figli cresciuti che servono per sottolineare le caratteristiche dei personaggi con le loro preoccupazioni e anche i loro egoismi, uno status quo accettato da tutti ma che in fondo non soddisfa nessuno. Mentre nel presente non facciamo altro che trovare la giusta conclusione per uno studio di dieci anni che getta le basi per un nuovo terremoto per la coppia Masters e Jhonson.

Masters of Sex 3×01 è un buona introduzione per quella che sarà “la rivoluzione sessuale” annunciata da Virginia. È una puntata che sposta il baricentro narrativo negli anni ’60 per progredire nella storia non solo a livello di studio ma anche con i personaggi che precedentemente hanno mostrato di impantanarsi in una ridondanza narrativa di troppo (i tradimenti, le incomprensioni e i segreti) e che sembra gettare delle promettenti basi sia per i fatti storici sia per quelli fittizi ma che non riesce a coinvolgere a causa di temi già noti, seppur il colpo di scena finale lascia allo spettatore una bella sospensione.

VOTO: 3/5 stelle