Masters of Sex 3×09 recensione dell’episodio con Michael Sheen

676

Libby cerca di camuffarei suoi sentimenti per Paul provando a frequentarlo come amico. Nel frattempo William continua il suo studio con i surrogati sotto l’occhio critico di Virginia e Lester si presenta come volontario in qualità di surrogato maschile.

MastersOfSex3x09-1High Anxiety è il titolo di Masters of Sex 3×09 ed è un episodio che consolida gli avvenimenti delle puntate precedenti attraverso le preoccupazioni e le sensazioni dei personaggi, ma che seppur si muova sulla doppia linea narrativa della vita privata dei protagonisti e quella dello studio clinico, riesce solo a bilanciare la storia senza trovare il giusto coinvolgimento.
L’episodio si apre proprio con Dan (Josh Charles) e Virginia (Lizzy Caplan), che continuano la loro relazione alle spalle di William (Michael Sheen), nei primi minuti della storia è evidente come l’ago della psicologa punti sempre più verso la concretezza e la stabilità che le offre il commerciante. Egli si dimostra sempre attento, premuroso e soprattutto rispettoso nei confronti di Virginia come l’ostetrico non è mai riuscito ad esserlo. Ed ecco quindi che emerge il primo dei lunghi contrasti che ci accompagnerà per tutta la puntata che si enfatizza attraverso le incertezze e i dubbi del dottore, di nuovo da solo dopo tanto tempo. Difatti è questa la consapevolezza che prende sempre più piede nell’episodio, nonostante la scenetta simpatica con Betty (Annaleigh Ashford), lo studio sui surrogati traccia una linea di confine che ci permette di ritrovare le idee rivoluzionare di William, che si sottraggono ad ogni logica di etica sociale e conformismo, per sposare in pieno l’aria di rivoluzione sessuale che si affaccia negli anni ‘60. Nel mentre troviamo una Virginia rigida e ferrea, sicuramente distratta e poco attenta, che maschera i suoi segreti in scatti d’ira o liquidandoli con convincenti frasi ad effetto, come accade nello studio con Betty.

MastersOfSex3x09-4In questo alternarsi di preoccupazioni rientra anche Libby (Caitlin Fitzgerlad) che vive il più classico dei tradimenti, tornando prima sui suoi passi e poi cedendovi non appena vede che l’oggetto del desiderio si sta rifacendo una vita nuova. Dinamica che non contribuisce all’interesse sulla sua parentesi, anzi l’aggrava di una ridondanza che ci ricorda il già citato Robert ed altre situazioni tipiche e che sono state già proposte dalla serialità americana.

Masters of Sex 3×09 diventa quindi una puntata di stallo che pone il giusto peso solo nella vicenda di Virginia; che si sviluppa, pone interrogativi e lascia con una bella sospensione (non a caso la psicologa apre e chiude l’episodio) ma le vicende di William e Libby vivono nella ripetitività e l’unico momento interessante, rappresentato dalla scena dei drink in soggiorno, è il solo momento coinvolgente dove per la prima volta i Masters riflettono e parlano del loro matrimonio, declinando il tutto in un amaro passato remoto.

VOTO: 2.5/5 stelle