The Flash 1×05 recensione dell’episodio Clancy Brown

    301

    The Flash 1x02

    La storia di Plastique, quinto episodio di The Flash, parte da un grattacielo. Una guardia notturna sorprende un’attraente rossa a rovistare negli schedari di un ufficio. Pochi istanti dopo un’esplosione devasta diversi piani dell’edificio. Barry (Grant Gustin) e il detective West (Jesse L. Martin) setacciano la scena e provano a rintracciare la ragazza che si chiama Bette Sans Souci (Kelly Frye) e in quegli schedari cercava qualcosa di molto personale.

    flash1x05E’ una puntata ricca di ‘drama’ Power Outage episodio andato in onda sul canale The CW. Nel consueto incipit, Barry/The Flash corre per la città dando voce ai suoi pensieri. Riflette sull’amicizia e sull’importanza degli amici nella nostra vita. Gran parte dell’episodio, scritto da Aaron e Todd Helbing con Brooke Eikmeier, è incentrato appunto sul rapporto tra Barry e Iris (Candice Patton). La loro amicizia resta uno dei pochi punti fermi nella vita di un ragazzo a cui in poco tempo è stata stravolta la vita. Iris gli è stata sempre vicina, sincera e comprensiva in ogni situazione, affascinata dalla sua ricerca di ‘rendere possibile l’impossibile’. Non lo abbandona neanche ora che sente l’amico distante, come se nascondesse qualcosa. Dall’altra parte Barry soffre perché costretto a mentire e obbligato a vederla tra le braccia di un altro. Per sua fortuna c’è il detective West, sempre pronto a dargli un abbraccio o un buon consiglio quando serve. Però non basta. Barry sembra aver bisogno di più comprensione. West o Iris o al laboratorio S.T.A.R. non possono capire cosa si prova a essere come lui. Solo un altro metaumano può farlo. Si spiega così il forte legame che crea con Bette. Il suo consueto altruismo diventa vera e propria empatia e aiutare la ragazza diventa una delle missioni del ‘Flash’. In questa puntata, diretta da Dermott Downs, l’aspetto psicologico dei metaumani si sviluppa da un punto di vista più malinconico rispetto al solito. Non si parla di poteri utili, in qualche modo ‘controllabili’ (e a tratti divertenti) come quelli di Barry. Questi sono poteri negativi che allontanano dagli altri e condannano ad una vita difficile, sempre in fuga da chi vorrebbe sfruttarli per interesse. Vedere la parte dura dell’essere un metaumano, rende Barry ancora più convinto di essere un predestinato e gli fa apprezzare meglio quello che ha, soprattutto gli amici, e che lo supporta nella vita e nelle sue missioni.

    flash1x05-2Oltre alla splendida Bette-Kelly Frye, nell’episodio c’è un’altra guest star che non passa inosservata: il generale Elling, a capo della task force che dà la caccia alla ragazza è interpretato da Clancy Brown, il tutt’altro che splendido celebre nemico di Connor McLoud-Christopher Lambert nel famosissimo Highlander di Russell Mulcahy (1986).