The Witcher: tutto quello che c’è da sapere sulla serie Netflix

Tutte le curiosità sulla serie The Witcher, con protagonista Henry Cavill e disponibile su Netflix a partire dal 20 dicembre.

-

Attesa su Netflix il 20 dicembre, la serie The Witcher promette atmosfere fantasy e grande avventura. Un progetto su cui la celebre piattaforma streaming ha investito molto, nel tentativo di dar vita ad un nuovo fenomeno come quello che ha circondato celebri serie come Il Trono di Spade e Vikings. Ideata da Lauren Schmidt Hissrich, ecco tutto ciò che c’è da sapere sulla serie.

The Witcher è basata su una serie di libri

- Pubblicità -
 

La serie tv è basata sulla Saga di Libri di Geralt di Rivia, composta tra il 1990 e il 2013 dall’autore polacco Andrzej Sapkowski. La serie è composta da due raccolte di racconti e sei romanzi. La principali fonti di ispirazioni sono celebri autori fantasy come J. R. R. Tolkien e Ursula Le Guin.

The Witcher: la trama

The Witcher è ambientata in un mondo abitato da esseri umani, elfi, nani e numerose altre specie magiche, il cui equilibrio tra queste è sempre particolarmente instabile. A causa della presenza di alcuni mostri che minacciano i loro territori delle razze civilizzate, sono stati generati alcuni guerrieri mutanti in grado di combatterli. Tra questi vi è Geralt, umano addestrato per essere un vero e proprio cacciatore di mostri.

The Witcher: il cast della serie

Protagonista della serie, nel ruolo di Geralt, è l’attore Henry Cavill, meglio noto per aver interpretato il personaggio di Superman negli ultimi film ad esso dedicati. Accanto a lui recitano le attrici Freya Allan, nel ruolo della Principessa Ciri, la quale scoprirà a sue spese quanto è vasto e pericoloso il mondo che la circonda, e Anya Chalotra, nel ruolo di Yennefer di Vengerberg, potente maga, amante di Geralt e protettrice di Ciri.

The Witcher: gli episodi della serie

La prima stagione della serie è composta da un totale di 8 episodi, ognuno dei quali ha una durata media di 60 minuti. Ancor prima che la serie facesse il suo debutto, Netflix ha annunciato di averla rinnovata per una seconda stagione, dimostrando così l’intenzione di voler proseguire nel racconto basato sui romanzi.

The Witcher doveva essere un film

Originariamente la serie di libri doveva essere adattata in un film per Netflix, ma i produttori si sono in seguito convinti del fatto che concentrare un materiale narrativo così vasto in un unico film era impresa ardua, trasformando così il progetto in una serie TV.

Henry Cavill ha voluto il ruolo ad ogni costo

Quando seppe che Netflix stava per realizzare una serie basata sui celebri romanzi, Henry Cavill fece di tutto per avere un colloquio per la parte di Geralt. Tuttavia i produttori gli dissero che non c’era ancora nulla di scritto e che quindi non potevano ancora stabilire se sarebbe stato il giusto protagonista o meno. Quando la sceneggiatura fu infine pronta, Cavill fu richiamato per sostenere il provino per la parte, che poi infine vinse.

The Witcher: le location del film

Per ricreare le atmosfere fiabesche della serie, le riprese sono state realizzate inizialmente in Ungheria, per poi spostarsi successivamente in Gran Canaria, nelle Isole Canarie. Altre location sono poi state le isole di La Palma e La Gomera. Grazie ai luoghi incontaminati di queste terre, i produttori sono stati in grado di dar vita al pericoloso e incantato mondo in cui si svolgono le vicende della storia di Geralt.

the witcher henry cavill

Henry Cavill si è allenato a lungo per il ruolo

Grande appassionato della serie di romanzi, Cavill ha dichiarato di essersi allenato duramente per raggiungere la giusta forma fisica per il ruolo. L’attore ha infatti espresso il desiderio di sfoggiare una forma fisica sempre migliore rispetto a quella raggiunta per un precedente ruolo. Quando il trailer della serie è stato rilasciato, i fan hanno immediatamente notato il nuovo livello di fisicità raggiunto dall’attore.

The Witcher non è basato sulla saga videoludica

Dai romanzi di Sapkowski è stata tratta una serie di videogiochi, composta da The Witcher (2007), The Witcher 2: Assassins of Kings (2011) e The Witcher 3: Wild Hunt (2015). Tuttavia la serie Netflix non è una trasposizione di tale saga, e la showrunner ha dichiarato che il loro lavoro si baserà esclusivamente sui romanzi.

The Witcher è stato presentato al Lucca Comics

La serie è stata presentata in anteprima durante il Lucca Comics, popolare fiera dedicata al fumetto e al genere fantasy. Ad accompagnare la serie vi erano le attrici Anya Chalotra e Freya Allan. Queste hanno parlato dell’esperienza delle riprese e dei loro personaggi all’interno della narrazione.

Fonte: IMDb

- Pubblicità -
Redazione
La redazione di Cinefilos.it è formata da un gruppo variegato di appassionati di cinema. Tra studenti, critici, giornalisti e aspiranti scrittori, il nostro gruppo cresce ogni giorno, per offrire ai lettori novità, curiosità e informazione sul mondo della settima arte.
- Advertisment -

ALTRE STORIE

- Advertisment -
- Advertisment -