7 Psicopatici

Sarò sincero: ogni giorno ho dei momenti da psicopatico”, dice Billy. Arriva finalmente 7 psicopatici, la pulp comedy ricca di star scritta e diretta da Martin McDonagh.

Marty è uno sceneggiatore, sta terminando il copione per un film intitolato Sette psicopatici, e cerca tranquillità e concentrazione. Billy è un attore in declino, ladro di cani nel tempo libero, nonché migliore amico di Marty. Poi c’è Hans, religioso ex-criminale con un violento passato, ora socio di Billy. Infine c’è Charlie, il gangster a cui Marty e Billy hanno rapito l’amato cane, che userà ogni mezzo per riavere indietro l’animale senza lasciar vivi i due ladri. Dopo tali avventure rocambolesche, Marty trova finalmente l’ispirazione per il suo film: deve solo vivere abbastanza per poterlo concludere e depositare…

Come possiamo constatare, la trama si rivela decisamente avvincente. “Io avevo solo la storia di uno degli Psicopatici”, confessa il regista. Un altro paio di storie sono arrivate rapidamente e da quel punto è stata una passeggiata. Mentre si sviluppava la storia, continuavo a pensare al tipo di persona che scriverebbe storie di questo genere, così come a quello che dà vita a un buon film e alla difficoltà continua tra voler fare qualcosa di emotivamente coinvolgente, ma che fosse allo stesso tempo anche pulp e folle”.

Il film si avvale di un cast stellare, composto da Colin Farrell (Marty), Sam Rockwell (Billy), Christoper Walken (Hans), Abbie Cornish (Kaya), recentemente vista in W.E. – Edward e Wallis, Woody Harrelson (Charlie), Olga Kurylenko (Angela), protagonista di To the Wonder di Terrence Malick, e il leggendario attore e musicista Tom Waits (Zachariah).

7 psicopatici è scritto, prodotto e diretto da Martin McDonagh, che aveva già collaborato con Colin Farrell nel suo precedente film In Bruges. Le riprese, che si sono svolte a Los Angeles nel 2011, hanno subito qualche momento travagliato. Inizialmente il ruolo del gangster era stato infatti affidato a Mickey Rourke, che aveva rinunciato a I Mercenari 2 per prendervi parte. Tuttavia, durante la lavorazione, sono sorte alcune incomprensioni tra l’attore e il regista, che hanno condotto all’abbandono della produzione da parte di Mickey Rourke, con Woody Harrelson pronto a subentrare nel progetto. Resta qualche aneddoto della travagliata vicenda produttiva: Rourke ha persino definito McDonagh “a jerk-off”, un idiota, mentre in una scena del film ambientata in un cimitero il nome “Rourke” è curiosamente riportato su una lapide…

Alle vicende produttive si sono aggiunte alcune difficoltà legate alla distribuzione: all’inizio era prevista una release limitata, ma alla fine 7 psicopatici ha ottenuto una distribuzione worldwide, a cominciare dagli USA a metà ottobre. In Italia il film sarà distribuito da Moviemax a partire dal 15 novembre 2012.

La critica americana ha definito la commedia nera di Martin McDonagh alquanto affine allo stile di Quentin Tarantino, per alcuni momenti di violenza splatter e certi guizzi di sceneggiatura: oltre a toni brillanti e scene divertenti, non mancano infatti scene di sangue e brutalità che hanno fatto attribuire al film il rating R.

Il film è stato presentato a settembre al Festival del Cinema di Toronto, dove ha vinto il Premio del Pubblico per la sezione Midnight Madness.

Punto di forza della pellicola, come sottolinea il produttore Graham Broadbent, è la sceneggiatura, “un mix notevole di umorismo, umanità e senso del pericolo”. Il regista infine aggiunge: “Credo che questo film contenga una grande dose di tenerezza e che al centro abbia una notevole storia umana. Parla decisamente di amicizia”.

A noi spettatori spetta l’ultima parola: dal 15 novembre ci attendono sette personaggi complessi e senza freni, al limite dell’apparentemente normale.