Grease

Grease è uno dei film più indimenticabili della storia. Sono passati quarant’anni da quando Danny, Sandy, Rizzo e i loro amici sono arrivati sul grande schermo, ma le loro avventure sembrano parlare ancora a parecchie generazioni. Per i ragazzini che fanno fatica ad integrarsi in un posto nuovo, solitari con grandi sogni, per quelli che lottano contro una cattiva reputazione, e per quelli che stanno cercando di capire che siano. I problemi affrontati da Grease sembrano non invecchiare mai. Che amiate Grease da sempre, che l’abbiate visto recentemente, che siate andati al Grease in the Wolrd a Milano, o che vogliate sapere di cosa la gente parla, ecco dieci fatti su Grease che probabilmente non sapevate:

 

Grease: il film

1. Dopo il successo di Grease, il film doveva avere tre sequel. Grease 2 uscì al cinema nel 1982, con un cast completamente rinnovato, e diversi personaggi. Il film fu un terribile flop al box office, e i piani che prevedevano tre sequel furono cancellati.

Grease: il musical

2. John Travolta ha reso il film di Grease più vicino al musical. Durante la realizzazione del film, gli autori dell’originale libretto teatrale del musical Grease Jim Jacobs e Warren Casey non furono invitati sul set. Travolta, che aveva interpretato il personaggio di Danny più di 100 volte nel musical Grease, però, inserì man mano diverse battute dall’originale teatrale nel film scritto da Carr e Bronté Woodard. Travolta infatti era solito proporre di sostituire le battute che secondo lui non funzionavano con quelle originali, e il regista Randal Kleiser, generalmente, era d’accordo.

Grease: il cast

3. La maggior parte del cast di Grease era troppo vecchio per essere al liceo. Stockard Channing (Rizzo) aveva 34 anni all’uscita del film. Olivia Newton-John ne aveva 29. Jeff Conaway (Kenickie) ne aveva 27. John Travolta, 24. Jamie Donnelly (Jan), aveva 30 anni durante le riprese del film, e dovette tingersi i capelli di nero per nascondere i suoi prematuri capelli grigi, che ricrebbero però così in fretta da dover essere coperti con un pennarello nero tutti i giorni.

4. Carrie Fisher fu presa in considerazione per il ruolo di Sandy in Grease. Al college, il regista Randal Kleiser era amico di un altro regista famoso: George Lucas! I due sono rimasti in contatto e, nel periodo in cui Kleiser era in cerca di una Sandy, Lucas stava finendo Una nuova speranza. Lucas suggerì Carrie Fisher per la parte, e addirittura mostrò alcune scene del film all’amico. Ma Kleiser cercava qualcuno che sapesse anche cantare e ballare e, da quello che vide in Star Wars, non riuscì a vedere Carrie nei panni di Sandy.

5. Henry Winkler fu preso in considerazione per il ruolo di Danny. È difficile immaginare un Danny Zuko che non sia John Travolta. Ed è difficile da credere che lui non fosse la prima scelta per il ruolo. Infatti, il ruolo fu originariamente offerto a Henry Winkler, meglio conosciuto per il ruolo di Arthur “Fonzie” Fonzarelli nella sitcom Happy Days. Fonzie e Danny hanno molto in comune: i capelli, la maglietta e la giacca di pelle, il carattere… Ma fu proprio questo il motivo per il quale Winkler rifiutò: non voleva interpretare di nuovo lo stesso tipo di personaggio.

Grease: le canzoni

grease

6. Grease e le canzoni in cima alle classifiche. Le canzoni di Grease sono una buona parte di ciò che ha reso il film celebre. Le canzoni “Grease” (cantata da Frankie Valli), “Hopelessly Devoted to You” e “You’re the One That I Want” e “Summer Nights” salirono subito in cima alle top ten. Ma, tra queste, solamente “Summer Nights” veniva dall’originale musical di Broadway. Le altre tre canzoni sono state scritte appositamente per il film.

7. “Greased Lightnin'” doveva essere cantata da Conaway, non da John Travolta. Travolta aveva due condizioni quando accettò il ruolo di Danny: la prima era quella di avere capelli blu/neri come Elvis Presley e Rock Hudson nei film. La seconda era quella di poter cantare “Greased Lightnin'” al posto di Kenickie, che cantava la canzone nel musical teatrale di Grease.

Sandy Grease

grease

8. I pantaloni strettissimi che Sandy indossa alla fine del film le sono stati cuciti addosso. Per una settimana, ha raccontato Olivia Newton-John, quei pantaloni le sono stati cuciti addosso ogni mattina. “Dovevo essere molto attenta a quello che mangiavo e bevevo. Fu straziante.” Sul set della scena finale, infatti, c’erano 41 gradi: non l’ideale per quei pantaloni.

9. Sandy doveva essere americana. Nell’originale musical Grease di Broadway, il personaggio di Sandy era una ragazza americana di nome Sandy Dumbrowski. Ma, dato che Olivia Newton-John era particolarmente famosa quando fu scelta per il ruolo, la storia e le origini del personaggio furono cambiate in modo tale che combaciassero con quelle dell’attrice. Sandy Dombrowski diventò così Sandy Olsson, una ragazza australiana, in modo tale che Olivia Newton-John potesse avere il suo accento naturale.

Rizzo Grease

grease

10.  I succhiotti di Rizzo erano reali. La mean girl con il cuore d’oro di Grease è Rizzo, interpretata da Stockard Channing. Uno dei modi in cui il film allude alle relazioni sessuali di Rizzo (in una produzione che non poteva includere alcuna scena esplicita), è mostrando i succhiotti sul suo collo, lasciati nel film da Kenickie. Ma anche nella realtà. Infatti, a quanto pare, i succhiotti di Rizzo non furono realizzati con il trucco: Jeff Conaway, l’attore che ha interpretato Kenickie, infatti, le lasciò dei succhiotti reali, in modo tale che apparissero più realistici.

 

Fonti: Biography, Screen Rant, Mental Floss