Olivia Newton-John film

Divenuta un’icona negli anni Settanta, l’attrice e cantante Olivia Newton-John si è distinta tanto in campo musicale quanto cinematografico. Ha infatti cantato brani entrati nell’immaginario comune e recitato in alcuni film divenuti cult senza tempo. Ancora oggi in attività, l’artista non manca di regalare sempre nuove emozioni a tutti i suoi fan sparsi per il mondo.

 
 

Ecco 10 cose che non sai di Olivia Newton-John.

Olivia Newton-John: i suoi film e la televisione

1. Ha recitato in noti film. La Newton-John esordisce sul grande schermo nel 1965 con il film Funny Things Happen Down Under, mentre nel 1970 è in Together (1970). Torna poi al cinema nel 1978 partecipando in qualità di protagonista femminile al musical Grease – Brillantina, dove recita accanto a John Travolta. Il film è un successo straordinario e da quel momento l’attrice recita anche in Xanadu (1980), Due come noi (1983), Un amore rinnovato (1988), Un party per Nick (1996), Sordid Lives (2000), Score – A Hockey Musical (2010) e Tre uomini e una pecora (2011). Nel 2020 ha un piccolo ruolo in The Very Excellent Mr. Dundee.

2. Ha preso parte a progetti televisivi. Nel corso della sua carriera l’attrice ha avuto modo di recitare anche in alcuni film o episodi di serie televisive. Tra i primi si annoverano titoli come Una mamma per Natale (1990), Un papà per Natale (1994), The Wilde Girls (2001) e, più recentemente, Sharknado 5: Global Swarming (2017). Per quanto riguarda le serie TV, la si può invece ritrovare in tre episodi di La saga dei McGregor (1995), in Ned and Stacey (1995), Murphy Brown (1997) e in Sordid Lives: The Series (2008). Nel 2010 ha invece partecipato agli episodi 17 e 22 della prima stagione di Glee.

Olivia Newton-John in Grease

3. Il personaggio è stato riscritto per lei. Quando Olivia Newton-John è stata scelta per il ruolo di Sandy, il background del suo personaggio ha dovuto essere cambiato per adattarsi a quello dell’attrice. Nel musical originale di Broadway, Sandy era una ragazza americana e il suo cognome era Dumbrowski. Nella versione cinematografica, è diventata Sandy Olsson dall’Australia.

Olivia Newton-John Grease

4. Ha richiesto di poter ballare nel film. In origine, Sandy non avrebbe dovuto assolutamente partecipare alla gara di ballo nel film. Avrebbe dovuto essere distratta e sottomessa da Sonny prima ancora che la gara iniziasse, permettendo a Cha Cha di saltare e prendere il suo posto e vincere la gara. Ma Olivia Newton-John era ansiosa di ballare nel film, anche se non era una ballerina professionista come John Travolta. Quindi ha convinto il regista Randal Kleiser a lasciarla ballare con Danny nel concorso per alcuni minuti, e poi a Sonny di saltare dentro e sottometterla pochi minuti dopo.

5. Ha avuto alcune difficoltà con l’abbigliamento del finale. Per il finale, dove canta “You’re the One That I Want“, Olivia Newton-John ha dovuto essere letteralmente cucita nei suoi pantaloni dopo che la cerniera si è rotta. “Mi hanno cucito quei pantaloni ogni mattina per una settimana“, ha affermato. “Dovevo stare molto attento a ciò che mangiavo e bevevo per poterci entrare. È stato atroce“. A complicare tutto ciò vi era il grande caldo percepito sul set, che ha reso i pantaloni di pelle in questione un indumento particolarmente scomodo.

Olivia Newton-John canta Physical

6. È una delle sue canzoni più note. Nel 1981 l’attrice ha pubblicato il suo nono album in studio, intitolato Physical. All’interno di questo è contenuto anche il brano omonimo, tra i più celebri e ricordati della Newton-John. Il brano è stato un successo immediato, vendendo 2 milioni di copie negli Stati Uniti, venendo certificato disco di platino, e passando 10 settimane alla numero uno della Billboard Hot 100, alla fine è diventata la maggiore hit americana della Newton-John. Vincitore del Grammy come miglior singolo pop, è ancora oggi ricordato come uno dei brani più famosi e rappresentativi degli anni Ottanta.

Olivia Newton-John e il brano Hopelessly Devoted to You

7. La canzone è stata scritta dopo le riprese di Grease. Il contratto dell’attrice per Grease prevedeva che avrebbe dovuto avere una canzone da solista. Tuttavia, nessuno aveva idee per un brano per il suo personaggio, Sandy, fino a quando il produttore di Olivia, John Farrar, non ha ideato “Hopelessly Devoted To You” a metà delle riprese. Il regista Randal Kleiser non era del tutto convinto dalla canzone all’inizio e ha dovuto inventare una scena completamente nuova per adattarla. Alla fine è stata filmata e registrata dopo che il film si era concluso e ha guadagnato l’unica nomination all’Oscar del film.

Olivia Newton-John Hopelessly Devoted to You

Olivia Newton-John: oggi

8. È sposata e ha una figlia. Da sempre molto riservata circa la sua vita personale, la Newton-John ha sempre rilasciato poche informazioni a riguardo. Sappiamo però che è attualmente sposata con il produttore John Easterling dal 2008. Per l’attrice si tratta del secondo matrimonio, avendone già avuto uno dal 1984 al 1995 con l’attore Matt Lattanzi, dal quale ha avuto una figlia nel 1986 di nome Chloe, oggi cantante.

9. Lotta contro una brutta malattia. Nel 2017 l’attrice si è trovata a dover sospendere temporaneamente il suo tour musicale per curarsi da una malattia che l’aveva già colpita nel 1992. Quello che sembrava un semplice mal di schiena si è infatti rivelato essere un tumore al seno. Nel 2019 la Newton-John ha poi rivelato che tale male le è stato diagnosticato per una terza volta e che questo la costringe ora a seguire protocolli antidolorifici particolamente pesanti. Nonostante ciò l’attrice continua ad opporsi con tutte le sue forze alla malattia.

Olivia Newton-John: età e altezza dell’attrice

10. Olivia Newton-John è nata il 26 settembre del 1948 a Cambridge, in Inghilterra. L’attrice è alta complessivamente 1.68 metri.

Fonte: IMDb