Scarlett Johansson 2019
Foto di Luigi De Pompeis

“Non è possibile avere quelle labbra!”: è inutile, quando pensiamo a Scarlett Johansson è la prima cosa che ci viene in mente. Colpa dello star system hollywoodiano, che vede costrette le ‘povere bellissime ragazze’ a faticare sempre il doppio per vedere riconosciuto il proprio talento.

 

Scarlett Johansson biografia

Ex bambina prodigio, Scarlett Johansson, nata a New York il 22 novembre del 1984, fece il suo a dir poco brillante ingresso nel mondo del cinema a soli 14 anni con L’uomo che sussurrava ai cavalli.

Nel film, Scarlett prestava il volto a Grace MecLean, una cavallerizza costretta all’amputazione della gamba in seguito ad un brutto incidente, beccandosi subito svariate nomination come miglior attrice esordiente.

Ma Scarlett non fa parte di quell’esercito di bambini prodigio visti per strada da un produttore/regista/talent scout e approdati “casualmente” su un set: la sua vocazione per la recitazione è fortissima sin dalla più tenera età e, a soli 8, è nel cast della pièce teatrale Sofistry, e divide il palco con Ethan Hawke. Scarlett Johansson è alta 1,60 centimetri ed il marito è il critico cinematografico Romain Dauriac.

Scarlett Johansson Filmografia

La vera e propria scalata al successo inizia nel 2003, con Lost in Translation e La ragazza con l’orecchino di perla. Un successo meritato, che certo il suo bell’aspetto avrà aiutata ad ottenere, ma un più grande merito va al suo talento, del quale ci dà conferma soprattutto in Scoop di Woody Allen, nel 2006.

Nella commedia, la Johansson dimostra di essere a proprio agio anche in altri ruoli, oltre a quello che gli viene quasi naturale della femme fatale, e di avere un notevole talento comico: Sandra Prensky è una studentessa di giornalismo, occhialuta e un po’ impacciata, nei panni della quale la nostra Scarlett è più che convincente. Non sarà l’unico ingaggio da parte del genio comico degli ultimi anni: ai tempi di Scoop, la Johansson aveva già lavorato con Allen nel meraviglioso Match Point e lavorerà ancora con lui per Vichy Cristina Barcelona, divenendo la nuova ‘musa’ del regista americano.

Ma tra le sue passioni non c’è solo il cinema: la sua avventura nel mondo della musica non si limita solo alla partecipazione nel videoclip di What Goes Around… Comes Around di Justin Timberlake. Nel 2009, infatti, Scarlett incide una cover di Last Goodbye di Jeff Buckley per la colonna sonora del film La verità è che non gli piaci abbastanza, ed esce il suo album in collaborazione con il cantautore Pete Yorn intitolato Break Up, che si ispira ai duetti di Serge Gainsbourg con Brigitte Bardot.

Il 2011 è un anno burrascoso per la nostra beniamina: coinvolta in uno scandalo a causa di autoscatti in déshabillé destinati all’allora marito Ryan Reynolds e rubati dal suo smartphone, oltre alla tempesta mediatica, si è beccata anche le incombenze di una causa giudiziaria che alla fine ha visto colpevole il 36enne Christopher Chaney, condannato a ben 10 anni di carcere.

Ma Scarlett si riprende in fretta dallo scandalo: risale infatti al novembre 2011 la notizia secondo cui starebbe lavorando al suo primo lungometraggio da regista, basato su Incontro d’Estate, un romanzo di Truman Capote edito postumo. Non si tratterebbe della prima esperienza di regia per la nostra, che aveva già diretto un corto, finito però solo tra gli extra del DVD del collettivo New York, I Love You che, tra le altre cose, ha segnato il debutto alla regia di Natalie Portman (sua collega di set in L’altra donna del Re).

Più recentemente, abbiamo visto Scarlett al cinema nei panni della Vedova Nera nel fortunatissimo The Avengers: a proposito del futuro dell’eroina della Marvel, l’attrice si è lasciata scappare che le piacerebbe entrare ancora nell’attillatissimo costume di Natasha Romanoff per una pellicola interamente dedicata a lei, della quale non possiamo far altro che sperare la realizzazione.

Per ora aspettiamo di vederla nelle sale nei panni di Janet Leigh nell’attesissimo Alfred Hitchcock and the Making of Psycho.