Atteso nelle sale italiane il 1 gennaio 2019, Ralph Spacca Internet è stato presentato oggi in anteprima alla stampa dai registi Phil Johnston e Rich Moore, già autori per la Walt Disney Pictures del primo capitolo – uscito nel 2012 – Ralph Spaccatutto e Zootropolis.

In questo secondo film del franchise gli spettatori lasceranno momentaneamente la sala giochi di Litwak per avventurarsi nel grande, inesplorato ed elettrizzante mondo di Internet  insieme a Ralph e alla piccola Vanellope, rischiando il tutto per tutto per trovare un pezzo di ricambio necessario a salvare “Sugar Rush”, il videogioco della giovanissima pilota.

L’idea di personificare internet nasce dal primo film, dove avevamo reso la sala giochi un luogo visitabile” racconta Moore, “anche se stavolta l’impresa era ancora più difficile: tutto perché ci sembrava un concetto astratto. Poi parlando con esperti del settore e consultandoci con loro ci siamo resi conto che non era affatto così lontano dalla nostra percezione, ma che poteva diventare qualcosa di molto tattile. Mentre per il design l’ispirazione viene dall’antica città di Roma, dove il centro è la parte originale e tutto intorno si espande la parte moderna.

Il nostro production designer ha studiato la città di Roma antica come se fosse una lasagna, quindi un ambiente stratificato dove possiamo troviamo aspetti di internet progettate negli anni Sessanta giù in fondo e sopra tutto ciò che è nuovo e attuale“, aggiunge Johnston.

ralph spacca internet
©2018 Disney. All Rights Reserved.

Moore, che ha iniziato nel campo dell’animazione con i Simpson, parla del cambiamento delle tecniche di realizzazione di questo genere di prodotto d’intrattenimento, ponendo l’accento sulle sfide che Ralph Spacca Internet ha rappresentato per lui e il collega: “Le cose sono mutate in maniera assolutamente inimmaginabile, perché realizzare un film come questo solo anni fa – al tempo del primo Ralph – era impensabile, una sfida impossibile. Quando lavoravo ai Simpson si usava la stessa tecnica di animazione di Pinocchio, mentre nel giro di pochi anni ci siamo resi testimoni del più incredibile cambiamento dell’industria che ha fatto un balzo in avanti imprevedibile ed epocale. Oggi riusciamo a inserire milioni di personaggi sullo schermo e sinceramente non so fin dove ci spingeremo…ma d’altronde questo è lo stile di Walt Disney e la filosofia dello studio: creare sempre qualcosa di nuovo, superare i limiti”.

E pensare che l’ambientazione stessa del film sta già cambiando proprio adesso, mentre parliamo” aggiunge Johnston, spiegando che per i registi “era importante partire da una storia basata sul tema dell’amicizia che potesse durare in eterno, un tema universale che non venisse schiacciato dall’ambientazione. Quel qualcosa di emotivo che lega i personaggi di Ralph e Vanellope fra loro e agli spettatori non viene sopraffatta dallo scenario incredibile in cui sono inseriti.

Ralph Spacca Internet, recensione del film Disney

Ma come nasce un progetto del genere e come si sostiene l’enorme pressione quando si lavora con uno dei più importanti (se non il più importante) studio di animazione esistente? “C’è un gruppo immenso di persone che sta dietro al film, 500, 600 persone circa. Talvolta può sembrare difficile far prevalere il proprio punto di vista all’interno di una grande azienda, tuttavia molti dei nostri collaboratori si aggiungono dopo che io e Phil abbiamo discusso della storia e ci siamo consultati. Un periodo di tempo che va dai sei mesi ad un anno intero“, racconta Moore. “È allora che ci chiediamo: cosa porterà questo film alle persone?  Cosa vogliamo dire? Quale emozione vogliamo trasmettere e come si arriva al cuore della gente? In fondo è tutto ciò che ci chiede lo studio“.

Solitamente cerchiamo di non pensare alla pressione, ma siamo consapevoli dell’eredità che la Disney ci lascia in affidamento“, confessa Johnston, “così il lascito dei capolavori del passato che ci precedono funzionano da ispirazione per creare qualcosa di nuovo. Ad esempio le nostre storie parlano di personaggi emarginati…un po’ come noi, che lavoriamo per lo studio d’animazione più importante del mondo e stiamo lì, in un angolo, ad osservare chiedendoci cosa ci facciamo qui…

ralph spacca internet
©2018 Disney. All Rights Reserved.

E sulla scena già anticipata dal trailer che vede protagonista Vanellope insieme a tutte le più celebri principesse Disney, i registi svelano qualche dettaglio di produzione: “Creare questa sequenza è stata un’esperienza strana: era come se all’improvviso avessimo tirato fuori Judy Garland da Il Mago di Oz, Marilyn Monroe da Gli uomini preferiscono le bionde o Anita Ekberg da La Dolce Vita…una stanza piena di dive! Eppure, anche durante i lavori, non ci rendevamo conto della fortuna che avevamo avuto: riunire tutte le principesse Disney con cui sono cresciute varie generazioni di pubblico nello stesso film è un privilegio. Ancora di più perché una cosa che era iniziata come uno scherzo si è tramutata in qualcosa di profondo…solo parlando con la gente abbiamo compreso quanto questi personaggi significassero per loro e come le principesse siano diventate più umane nel corso degli anni.

Vi ricordiamo che Ralph Spacca Internet uscirà il prossimo 1 gennaio. Nel cast delle voci internazionali ci sono attori del calibro di John C. Reilly, Kristen Bell, Gal Gadot, Mandy Moore, Sarah Silverman e Jane Lynch; nella versione italiana figurano invece Serena Rossi, Nicoletta Romanoff, Mélusine Ruspoli, Salvatore Aranzulla, LaSabri e Favij.

Ralph Spacca Internet: il nuovo trailer