Seth Rogen e Zac Efron tornano in guerra nel sequel del fortunato film del 2014, Cattivi Vicini 2 per la regia di Nicholas Stoller.

 

Ritroviamo Mac (Seth Rogen) e Kelly (Rose Byrne) Radner in attesa della seconda figlia e pronti a trasferirsi in periferia. Riescono a vendere la loro prima casa, ma per un cavillo contrattuale finiscono sotto ad un periodo di prova di 30 giorni in cui i nuovi proprietari hanno la possibilità di cambiare idea. Ma nulla li preoccupa, visto che il quartiere è tornato pacifico dopo che la chiassosa confraternita della porta accanto ha fatto le valigie. Finché una “Sorellanza”, una comunità di studentesse capitanata da Shelby (Chloë Grace Moretz), decide di affittare la casa per… rivendicare il loro diritto a fare festa! Un vero incubo che ricomincia per i Radner, soprattutto quando scoprono che a fargli da mentore c’è proprio Teddy (Zac Efron), ex presidente della Delta Psi Beta e autore degli scherzi più cattivi, ora perso in una strana crisi del quarto di vita.

Dopo aver incassato oltre 50 milioni di dollari solo nel primo week-end di uscita nel 2014, Rogen ci riprova centrando nel segno con un sequel che probabilmente supera l’opera prima, non deludendo le aspettative. Non era cosa semplice e difficilmente l’esperimento riesce, soprattutto quando si rimette in scena una storia con gli stessi personaggi e meccanismi.

Cattivi Vicini 2

C’è sempre il rischio di cadere nel banale, ma con una guerra di scherzi portata a livelli decisamente estremi, il classico ed inevitabile scontro generazionale, personaggi ben pensati e quel giusto sarcasmo che va ad incidere su alcuni punti deboli dell’America di oggi (vedi un continuo riferimento al sessismo nelle istituzioni e sull’importanza della vita delle persone di colore), Cattivi Vicini 2 riesce nell’impresa di divertire per 90 minuti. Certo, stiamo sempre parlando di una commedia comica demenziale, che spesso sfocia nel volgare, ma di certo da Seth Rogen e compagni non ci saremmo aspettati diversamente.

L’aggiunta al cast della diabolica Chloë Grace Moretz risulta senza sbavature, con un personaggio fresco, determinato e allo stesso tempo senza direzione, perfettamente in linea con i diciottenni di oggi che non sanno cosa vogliono. Rose Byrne si conferma la spalla perfetta per Seth Rogen, senza farsi oscurare dal comico e Zac Efron non delude nei panni di un ragazzo tutto muscoli e insicurezze. La sintonia tra lui e Rogen è stato il punto di forza del primo film e anche in Cattivi Vicini 2, ogni volta che sono insieme in scena, le risate sono assicurate.

La formula funziona e Seth Rogen riesce a coinvolgere ancora di più il pubblico con l’aiuto delle sorelle della Kappa Nu, con un umorismo meno americano del solito e più comprensibile e godibile da tutti.