The Mother: recensione del film con Jennifer Lopez

Disponibile dal 12 maggio su Netflix, il film d'azione con per protagonista JLO nei panni di una madre che deve proteggere da tutto la sua unica figlia

mother recensione
The Mother. Jennifer Lopez as The Mother in The Mother. Cr. Eric Milner/Netflix © 2023.

Jennifer Lopez deve essersi così divertita in Un matrimonio esplosivo con le sparatoie che ha deciso di recitare in The Mother. Questo nuovo film di Netflix è il racconto di una donna, un ex militare, che è disposta ha tutto pur di proteggere la vita della sua unica figlia Zoe. La Lopez dopo anni di commedie romantiche e un ruolo da stripper in Le ragazze di Wall Street – Business Is Business che gli è valso la candidatura come migliore attrice non protagonista ai Golden Globe 2020 torna all’azione tra acrobazie e corse spericolate in moto. La celebre attrice con origini portoricane per l’occasione si fa dirigere dalla neozelandese Niki Caro, regista del remake live action Mulan e che da sempre racconta storie di donne, sono suoi anche i drammatici La signora dello zoo di Varsavia e North Country – Storia di Josey.

La trama di The Mother

Il film si apre con un prologo dove “The Mother”, non si rivelerà mai il nome del personaggio intepretato da Jennifer Lopez, chiede protezione alla FBI e durante l’interrogatorio, in una safe house dei federali, conosce l’agente William Cruise (Omari Hardwick). Purtroppo la confessione della donna, coinvolta in un traffico d’armi, viene interrotta da un attacco da parte del suo ex socio d’affari e compagno Adrien Lovell (Joseph Fiennes) e i suoi uomini. La sequenza d’apertura non risparmia la violenza, infatti si svela che la protagonista è incinta, solo quando viene inquadrato Adrien che pugnala la pancia di lei. Grazie ad una molotov casalinga, la donna si rifugia nel bagno della casa e si salva. Dopo aver partorito con l’aiuto dei federali, la donna è costretta a rinunciare alla neonata ma lo fa ad una condizione, che Cruise si occupi della figlia trovandogli una tranquilla famiglia adottiva e che ogni compleanno gli invii una foto della bambina. La protagonista quindi scappa via e si rifugia in Alaska, dove vive sola in una casa nel bosco immersa nella neve e nel gelo dove caccia animali selvatici.

Dodici anni dopo

The Mother. Jennifer Lopez as The Mother in The Mother. Cr. Eric Milner/Netflix © 2023.

Passano gli anni e la figlia cresce, ovviamente inconsapevole dell’identità della vera madre che ancora vive all’estremo nord, ma qualcosa cambia quando l’agente Bruce contatta la donna perché la sua Zoe (Lucy Paez) è in pericolo. La protagonista non ci pensa due volte e raggiunge la città della famiglia dove vive la ragazzina, ma ormai è troppo tardi e gli viene rapita sotto i suoi occhi. “The Mother” con il supporto dell’agente del FBI, riesce a identificare uno dei rapitori, l’uomo nominato il Tarantula (Jesse Garcia) e i due volano in missione a Cuba per liberare Zoe. Dopo un lungo inseguimento per le strade con le case colorate della città cubana la donna e Bruce alla fine si scontrano con una festa di matrimonio, dove il bouquet da sposa e Tarantola volano nello stesso momento e finalmente prendono il malvivente. La madre riesce a estrapolare dall’uomo catturato dove è tenuta in ostaggio Zoe e nella stessa notte con l’aiuto di William, recuperano la bambina di 12 anni. Durante l’attacco al quartiere generale, un rustico castello illuminato solo da candele, la protagonista incontra l’ex amante Hector Alvarez (Gael Garcia Bernal) e dopo una lotta all’ultimo sangue lo trafigge e lo uccide.

Zoe libera può finalmente tornare, accompagnata dall’agente Bruce, dai suoi genitori adottivi ma è anche molto sveglia e inizia a chiedersi se la donna assassina, che l’ha salvata, forse è la sua madre biologica. Naturalmente ciò non va secondo i piani, la ragazzina arrivata quasi a casa è di nuovo in pericolo e la vera madre la salva dal “redivivo” Adrien Lovell e la porta con se in Alaska per la sua sicurezza. Da qui il film d’azione si trasforma in una sorta di lezioni di sopravvivenza dove la protagonista insegna alla figlia come si guida un pick up, cosa decisamente illegale, sparare con un fucile da cecchino e usare un pugnale. L’ultima mezz’ora porta all’inevitabile confronto dell’atto finale, con i cattivi che sfrecciano attraverso il paesaggio innevato sulle motoslitte e la lotta finale di “The Mother” contro Adrien per la salvezza per sempre di Zoe.

L’unica Star è Jennifer Lopez

The Mother è un film d’azione che ruota intorno alla sua protagonista che si porta sulle spalle il peso di tutto, sia dell’azione e sia della trama. Jennifer Lopez conferma ancora una volta che in qualsiasi modo la vesti, rimarrà sempre una delle donne più belle di Hollywood e con un fisico da fare invidia a chiunque. L’attrice comunque prende seriamente il ruolo affidato con l’atteggiamento da dura, dove mostra la sua fisicità e il suo istinto da madre protettiva. Questo viene ricalcato in varie scene con la talentuosa Lucy Paez e con la metafora della mamma lupo, che difende i suoi cuccioli minacciati dai pericoli. Il lungometraggio direttto da Niki Caro e scritto da Misha Green, Andrea Berloff, Peter Craig porta al termine il suo lavoro a metà privilegiando il ruolo di “The Mother” e non sfruttando al meglio i due cattivi di Joseph Fiennes e Gael Garcia Bernal che fanno solo di contorno all’unica star Jennifer Lopez.