Final Destination 5: Come nei precedenti episodi, anche in questo film la Morte è onnipresente e si scatena dopo la premonizione di un uomo che salva un gruppo di colleghi dal terrificante crollo di un ponte sospeso. Ma questo gruppo di anime ignare non avrebbe dovuto mai sopravvivere, e, in una terrificante corsa contro il tempo, lo sfortunato gruppo cerca freneticamente di scoprire un modo per sfuggire all’agenda sinistra della Morte.

Il villaggio di cartone: Una chiesa. Un parroco. Un’impresa di traslochi. La chiesa non serve più e viene svuotata di tutti gli arredi sacri, ivi compreso il grande crocifisso sopra l’altare. Restano solo le panche in uno spazio vuoto. Il vecchio prete sembra non sapersi rassegnare a questa sorte mentre il sacrestano ne prende atto. Ma, di lì a poco, un folto gruppo di clandestini in cerca di rifugio entra nella chiesa e, con panche e cartoni, vi installa un piccolo villaggio. Il sacerdote vede la sua chiesa riprendere vita ma dall’esterno gli uomini della Legge si fanno minacciosi.

L’amore fa male: Catania. E’ il luogo in cui l’amore, i sentimenti e gli intrighi di tre giovani coppie finiscono per trovare una chiave di verità e rinascita.Si parla dell’amore in tutte le sue sfaccettature – sottolinea il produttore Enzo Gallo – comprese menzogne e infedeltà, che la vacanza in Sicilia delle tre giovani coppie, in occasione del matrimonio di un parente, porterà alla luce. Ma sarà proprio la Sicilia, con il mare, il sole e la bellezza dei luoghi del catanese a dare ai protagonisti il coraggio di una reale presa di coscienza e la forza per intraprendere nuovi percorsi di vita. L’amore, alla fine, vince su tutto.

Abduction – Riprenditi la tua vita: Da quando riesce a ricordare, Nathan Harper (Taylor Lautner) ha sempre avuto la strana sensazione di vivere la vita di qualcun altro. Fino a quando un giorno, casualmente, vede l’immagine di se stesso da bambino su un sito web di persone scomparse. Da quel momento in poi, tutte le sue paure più recondite si materializzano. Capisce che suo padre e sua madre non sono i suoi veri genitori e che la vita che ha vissuto fino a quel momento non è altro che una grossa menzogna, accuratamente fabbricata per nascondere qualcosa di più oscuro e pericoloso di quanto non avrebbe mai osato immaginare.

Jane Eyre: Jane Eyre (Wasikowska) fugge Thornfield House, dove lavora come governante per il ricco Edward Rochester (Fassbender). L’isolata ed imponente residenza – e la freddezza di Mr. Rochester – hanno messo a dura prova la resistenza della ragazza, forgiata negli anni precedenti quando era un orfana. Mentre Jane riflette sul suo passato e recupera la sua curiosità naturale, decide di tornare da Mr Rochester che sta nascondendo un terribile segreto.

Ex: amici come prima: I fratelli Vanzina tornano al cinema con il sequel di Ex, fortunato film di Fausto Brizzi. Anche questa volta saranno narrate storie diverse – con protagonisti volti noti del piccolo e grande schermo (a cominciare da Alessandro Gassman) – che si intrecceranno come nella migliore tradizione della commedia all’italiana.

L’amore che resta: Enoch è un adolescente interrotto. Riemerso da tre mesi di coma, ha smesso di frequentare il liceo, si infila ‘listato a lutto’ nei funerali degli altri ed è legato da profonda amicizia a Hiroshi, un giovane pilota ‘suicida’ nel cielo del Secondo Conflitto Mondiale. A una cerimonia funebre il ragazzo incontra Annabel, con cui condivide i pochi anni, lo sguardo inquieto, lo splendore della mortalità e un dramma doloroso. Enoch ha perso i genitori in un tragico incidente, Annabel ha un cancro e una manciata di vita da vivere. Deciso a rendere indimenticabile il tempo che resta da abitare e sperimentare insieme, Enoch si vota all’amore e si apre alla vita.

Tomboy: Laure, dieci anni, insieme ai genitori e alla sorella Jeanne si trasferisce durante le vacanze estive. La mamma è incinta del terzo figlio (un maschio) e il padre è impegnato al lavoro. La bambina approfitta della distrazione degli adulti per prendere una decisione: nel nuovo ambiente si farà credere un maschio. È come Michael che farà le prime amicizie e, in particolare, attirerà l’attenzione di Lisa che finirà con l’innamorarsi del nuovo arrivato con il quale scambierà qualche bacio e momenti mano nella mano. Fino a quando potrà durare questa situazione?

Cara, ti amo…: Un flm che propone uno sguardo sulle relazioni uomodonna raccontate, per una volta, dal punto di vista maschile. Per sfatare la fallace e consolidata mitologia da rotocalco o da fction del lunedì sera, che mostra donne brillanti, sempre in gamba, autonome e profonde, mentre dipinge i maschi superfciali, infantili, in preda a perenni dubbi esistenziali e crisi di crescita o di invecchiamento. Quattro amici alla soglia dei quaranta affrontano le loro vicissitudini quotidiane con l’altra metà del cielo e si confrontano per cercare, senza grandi speranze, di capire il mondo femminile.