I colori della passione: Nel 1564 Pieter Bruegel completa la tela intitolata “La salita al Calvario” in cui rappresenta la Passione di Cristo ambientandola nelle Fiandre del suo tempo, oppresse dalla presenza spagnola. Filippo II (salito al trono nel 1556 alla morte di Carlo V) infatti sta conducendo una feroce repressione contro i movimenti religiosi riformistici che suscitano reazioni negli ambienti colti ispirati dal pensiero di Erasmo da Rotterdam. Il pittore viene mostrato mentre sta concependo l’opera all’interno della quali colloca se stesso e i personaggi che lo circondano nella vita quotidiana.

 
 

La furia dei titani: Un decennio dopo l’eroica battaglia di Perseo, il semidio figlio di Zeus, contro il mostruoso Kraken, sta cercando di vivere una vita tranquilla in un villaggio di pescatori come padre single del figlio di dieci anni, Elio. Nel frattempo comincia una battaglia per la supremazia tra gli dei e i Titani. Pericolosamente indeboliti dalla mancanza di devozione degli esseri umani, gli dei stanno perdendo il controllo sui Titani imprigionati e sul loro feroce capo Kronos, padre di Zeus, Ade e Poseidone (Danny Huston). Il triumvirato aveva rovesciato il padre molto tempo prima, lasciando a marcire negli abissi del Tartaro, un dungeon che si trova nelle più profonde caverne dell’oltretomba.

Paranormal Xperience 3D: Angela è una studentessa di psichiatria che non crede nell’esistenza dei fenomeni paranormali ma un eccentrico e severo professore della sua università le propone, insieme ad altri studenti, di recarsi nella città abbandonata di Whisper per verificare e confutare la presenza di entità maligne. Si ricrederà quando i fantasmi del suo passato entreranno prepotentemente nel suo presente.

Romanzo di una strage: Un film sulla strage di Piazza Fontana diretto da Marco Tullio Giordana, autore di storie di cronaca come I cento passi e La meglio gioventù. Vengono affrontati temi difficili come la morte di Giuseppe Pinelli e del Commissario Luigi Calabresi.

Il mio migliore incubo!: Agathe dirige una prestigiosa fondazione per l’arte contemporanea, vive col marito editore e il figlio in un appartamento di 200 metri quadri nel centro di Parigi, è snob, sarcastica, spesso insopportabile. Patrick è il padre del miglior amico del figlio di Agathe, sbarca il lunario con lavoretti da muratore, è un alcolizzato e ha una vera e propria fissazione per il sesso e i seni voluminosi. Agathe e Patrick non potrebbero essere più lontani, ma dal momento del loro incontro le vite di entrambi cambiano radicalmente.

Buona giornata: Ascanio Gaetani Cavallini (Christian De Sica) è un principe romano in disgrazia. Luigi Pinardi (Vincenzo Salemme) è un facoltoso notaio napoletano dalla vita monotona. Cecco (Paolo Conticini), uno scaramantico tifoso della Fiorentina che parte in trasferta. Leonardo Lo Bianco (Lino Banfi) è un senatore e il Tribunale di Napoli ne ha chiesto l’arresto per corruzione e abuso d’ufficio. Alberto Dominici (Maurizio Mattioli) è un importante imprenditore romano che vive nel lusso e che ha costruito la sua ricchezza evadendo il fisco. Rosaria Miccichè (Teresa Mannino) è una manager siciliana trapiantata a Milano. Romeo Telleschi (Diego Abatantuono) è un milanese sposato con una pugliese e trapiantato con tutta la famiglia in Puglia. Di ognuno di loro seguiremo le ventiquattrore in cui si svolgono eventi che li poteranno ad incrociare i loro destini.

Marigold Hotel: Ubicato in India e gestito con zelo e passione da Sonny Kapoor, un giovane uomo sospeso tra una madre conservatrice e una fidanzata decisamente moderna, il Marigold Hotel è strutturalmente impreparato a ricevere ospiti. Diversamente dalla brochure, evidentemente ritoccata, che ne decantava stile e servizi, l’albergo ha bisogno di essere rinnovato e riorganizzato. Eppure in quelle camere prive di agi e conforti, tra polvere e rubinetteria gemente, gli eclettici ‘turisti’ troveranno accoglienza e voglia di ricominciare, di restare, di andare. A casa o al di là.