evan-marilyn

Nonostante il trailer di Phantasmagoria: the vision of Lewis Carroll, creato con il preciso intento di farsi notare e trovare una casa di distribuzione, Marilyn Manson non è riuscito nel suo scopo e il progetto è stato cancellato.

Le premesse per un buon prodotto c’erano, lui stesso ha dichiarato che il suo obiettivo era quello di ridefinire il genere horror e riportarlo ai tempi di Roman Polanski, Ingmar Bergman e Alfred Hitchcock. Evidentemente, però, le lacune sul piano commerciale erano troppe, inoltre la produzione sarebbe rimasta sconvolta dalle scene troppo violente del trailer.

E’ dal 2006 che Manson annuncia questo suo progetto, affermando che sarà”qualcosa che la gente non ha mai visto prima”e a questo punto, sembra ovvio, che mai vedrà.

La storia prende spunto dalla presunta vera vita dell’autore di Alice nel Paese delle Meraviglie, per raccontarne il lato oscuro fatto di promiscuità, droghe, sesso e schizofrenia.

Più che Rosemary’s Baby di Polanski, film additato da Manson come musa ispiratrice, qui c’è molto dei film a luci rosse estremi ma, da una star oscura come lui c’era da aspettarselo.

Fonti: QNM, BadTaste