Avvincente testa a testa per tutto il weekend tra L’uomo nell’ombra e Green Zone, ma alla fine a spuntarla è la pellicola di Polanski. Film italiani in calo, discreti risultati per altre new entry.

Per sapere i risultati al box office…

E’ stato un testa a testa fra due new entry dal primo giorno del weekend ma, per poche manciate di euro, a imporsi al primo posto del box office italiano è L’uomo nell’ombra, il nuovo film acclamato dalla critica di Roman Polanski, che ha incassato 1.023.707 euro. Green Zone si piazza dunque secondo con un ottimo risultato, pari a 1.004.090 euro.

Scende quindi al terzo posto La vita è una cosa meravigliosa, arrivato a 3,6 milioni con gli 842.000 euro del suo secondo weekend.
Dopo un debutto non esaltante, Dragon Trainer tiene comunque duro con altri 704.000 euro, giungendo a quota 4,6 milioni. Tuttavia, la pellicola d’animazione si conferma la prima grande delusione 3D dell’anno, non avvicinandosi agli incassi sperati nonostante il sovrapprezzo.

L’ennesima commedia sentimentale con Gerard Butler, Il cacciatore di ex, esordisce al quinto posto con 608.000 euro, seguito da un’altra new entry (italiana): Basilicata coast to coast guadagna infatti il sesto posto con 524.000 euro.

Ovvio calo per Happy Family, che arriva a 3,8 milioni con altri 507.000 euro. Ottavo posto per Alice in Wonderland di Tim Burton (371.000 euro), che si appresta ad abbandonare la top10 sfiorando l’eccellente totale di 30 milioni di euro (per la precisione, è a quota 29,9 milioni!).

Dopo un esordio discreto la scorsa settimana, Colpo di fulmine – Il mago della truffa precipita in nona posizione con 338.000 euro (totale: 1,7 milioni). Chiude la top10 Mine Vaganti (274.000 euro), uno dei maggiori successi italiani della stagione, arrivato a quota 7,5 milioni di euro.