Fischi e tante risate sono stata l’accoglienza che il Lido di Venezia ha riservato a Quando la notte, dramma psicologico di Cristina Comencini, secondo film italiano a Venezia. Dal momento che si tratta di un film drammatico, le risate non sono proprio un buon segno e sicuramente i fischi la dicono lunga sull’apprezzamento del film da parte della critica.

 

Il film è interpretato da Claudia Pandolfi e Filippo Timi (con quattro film a questo festival). Manfred ha abbandonato la famiglia, Marina è in vacanza con il figlio, si incontrano in montagna. Una serie di misteriosi eventi metterà l’uno sulle tracce del passato dell’altra e viceversa, mettendo alla luce segreti inconfessabili. La storia, per quanto indugi in ritmi drammatici e talvolta sfiori i thriller, non riesce a coinvolgere e a quanto pare lo spettatore del Lido ha esternato senza mezzi termini questa mancanza.

Il film della Comencini gareggia in Concorso Ufficiale.