Qualche giorno fa si è sparsa la voce di un presunto interesse di David Fincher nei confronti del remake americano di Uomini che odiano le donne.

 

Oggi la voce è confermata da Variety: il regista non è ancora ufficialmente collegato al progetto, ma è  in cima alla lista di registi che la Sony  e il produttore Scott Rudin stanno prendendo in considerazione per realizzare l’adattamento americano dei romanzi di Stieg Larsson.

Uomini che odiano le donne potrebbe però non essere la priorità per Fincher, che sempre secondo Variety sarebbe più interessato a dirigere il film Pawn Sacrifice, al quale forse è già addirittura ufficialmente legato. Il film sta facendo parlare di sé da qualche settimana grazie a uno script di Steven Knight (La promessa dell’assassino) apparentemente molto valido: la storia è quella dell’icona degli scacchi americana Bobby Fischer e del celebre match contro boris Spassky ai campionati del mondo del 1972. Il film è prodotto da Tobey Meguire, che potrebbe anche avere una parte come attore, e sebbene la Sony avesse già contattato molti importanti registi, la priorità è quella di avere Fincher.

Il regista ha prodotto i suoi due ultimi film, Zodiac e Benjamin Button, presso la Paramount, ma tutte queste ultime novità sono un chiaro segnale che egli sia alla ricerca di una nuova “casa”. La Columbia (Sony) è intenzionata ora a tenerselo stretto dopo l’ottima impressione che egli ha fatto con The Social Network, che uscirà a fine anno: sembra anzi che Fincher sia il primo regista a cui la major ha concesso il pieno controllo sul final cut del proprio film.