Con film come United 93, Green Zone e due capitoli della saga di Jason Bourne, Paul Greengrass è stato uno dei registi che hanno più spesso affrontato le conseguenze politiche degli attacchi terroristici dell’11 settembre 2001. Il regista inglese torna sull’argomento anche col suo nuovo lavoro, Captain Phillips, quasi interamente girato sulle acque dell’Oceano Indiano. Il film sarà incentrato sulla vicenda realmente accaduta del sequestro della nave Maersk Alabama da parte di un gruppo di pirati somali. Ton Hanks sarà il progatonista, nel ruolo del Capitano Richard Phillips. Come già in Green Zone e United 93, Greengrass sarà affiancato da Barry Ackroyd, incaricato di portare sullo schermo l’atmosfera claustrofobica dei corridoi della nave, trasformatasi in una terrificante trappola per topi. Dopo le riprese nell’Oceano Indiano, la produzione si sposterà a Malta, per le riprese nei bacini artificiali della Mediterranean Film Studios e, infine, in Marocco per le scene ambientate sulle spiagge.

Fonte: Empire