Dopo il buon successo ottenuto con l’esordio La scomparsa di Alice Creed un paio di anni fa, J Blakeson è ora dato in corso di negoziati con la Warner per la regia di The Imitation Game, opera dedicata alla vita del matematico britannico Alan Turing, che contribuì tra l’altro alla codifica del codice cifrato Enigma, utilizzato dai nazisti nel corso della II Guerra Mondiale: la ‘craccatura” di quel codice costituì in effetti uno degli snodi focali del conflitto. Dopo la fine della guerra, Turing continuò le sue ricerche, diventando uno dei padri dell’informatica, concentrandosi sui sistemi di immagazzinamento dei dati e sui primi passi delle intelligenze artificiali. Nonostante questi successi, la vicenda di Turing assunse contorni drammatici quando venne perseguitato a causa della sua omosessualità: accusato di indecenza, nel 1952 cedette di fronte alla minaccia dell’incarcerazione accettando di sottoporsi una cura di estrogeni per sopprimere la propria sessualità. Due anni più tardi morì per avvelenamento da cianuro, le indagini suffragarono l’ipotesi del suicidio. Nel 2009, l’allora Premier britannico Gordon Brown ha espresso scuse pubbliche per il modo in cui Turing venne trattato. Per il ruolo del protagonista, la Warner punterebbe su Leonardo DiCaprio, che però nel corso del 2012 sarà già impegnato sul set con Martin Scorsese in The Wolf Of Wall Street.
 
Fonte: Empire