Martin Scorsese film

Il regista Martin Scorsese è tra i più celebri e rispettati autori della storia del cinema, nonché personalità poliedrica e tra i maggiori esperti della settima arte in tutte le sue forme. Dai primi film realizzati negli anni Sessanta, quando contribuì alla rivoluzione della New Hollywood, fino a quelli più recenti, Scorsese continua a dimostrare un talento irraggiungibile, in costante evoluzione, che lo colloca insindacabilmente tra quei grandi maestri che hanno contribuito al prestigio dell’arte da loro adoperata.

Ecco 10 cose che non sai di Martin Scorsese.

1Parte delle cose che non sai sul regista

Martin Scorsese Marvel
 

Martin Scorsese: la sua filmografia

10. Ha diretto alcuni tra i più celebri film della storia. Il primo film realizzato da Scorsese risale al 1967, ed è Chi sa bussando alla mia porta. Negli anni successivi si affermerà poi grazie a pellicole come America 1929 – Sterminateli senza pietà (1972), Mean Streets (1973), Alice non abita più qui (1974), Taxi Driver (1976), con Robert De Niro, New York, New York (1977), Toro Scatenato (1980), Re per una notte (1983), Fuori orario (1985), Il colore dei soldi (1986), L’ultima tentazione di Cristo (1988), con Willem Dafoe, Quei bravi ragazzi (1990), con Joe Pesci, Cape Fear (1991), L’età dell’innocenza (1993), con Daniel Day-Lewis, Casinò (1995), Al di là della vita (1999), Gangs of New York (2002), The Aviator (2004), con Leonardo DiCaprio, The Departed (2006), con Jack Nicholson, Shutter Island (2010), Hugo Cabret (2011), The Wolf of Wall Street (2013), Silence (2016), con Andrew Garfield, e The Irishman (2019), con Al Pacino.

9. È un affermato produttore. Da sempre all’attività di regista Scorsese lega quella di produttore esecutivo, ricoprendo tale ruolo spesso per piccoli film indipendenti. Oltre ad aver prodotto molti dei suoi film, egli ha infatti sostenuto titoli come Cose nostre – Malavita (2013), Bleed (2016), Free Fire (2016), Before the Flood (2016), A Ciambra (2017), Edison – L’uomo che illuminò il mondo (2017), con Benedict Cumberbatch, Lazzaro felice (2018), The Souvenir (2019), Diamanti grezzi (2019), con Adam Sandler. È stato inoltre produttore esecutivo delle serie Boardwalk Empire: L’impero del crimine (2010-2014) e Vinyl (2016).

8. È stato anche attore. Scorsese è uno dei quei registi a cui piace fare dei cameo nei propri film. Tra i più celebri vi sono quelli in Taxi Driver, Fuori orario, L’età dell’innocenza, Gangs of New York e Hugo Cabret. Ma nel corso degli anni non ha mancato di interpretare veri e propri ruoli in film come Il pap’occhio (1980), Round Midnight (1986), Sogni (1990), dove ricopre dà corpo a Vincent Van Gogh, Quiz Show (1994), di Robert Redford, Cerca e distruggi (1995) e La dea del successo (1999).

Martin Scorsese: il suo patrimonio

7. Possiede un ricco patrimonio. Quella del regista è solo una tra le tantissime attività di Scorsese, che ha coperto negli anni numerosi ambiti all’interno della settima arte. Grazie alle opere da lui realizzate, o a cui ha partecipato più o meno attivamente come produttore, il regista ha potuto negli anni raggiungere un patrimonio stimato di circa 100 milioni di dollari, facendo di lui uno degli autori più influenti all’interno dell’industria.

Martin Scorsese e la Marvel

6. Ha criticato i film di supereroi. Nell’autunno del 2019 Scorsese è stato al centro di un aspro dibattito, generato dalla sua affermazione secondo cui i film Marvel non sarebbero cinema. Le parole dell’autore sono in realtà state fraintese e distorte, poiché sembrerebbe che egli volesse dire che il sistema produttivo privo di particolari “rischi” dietro ai film della nota casa cinematografica, farebbe perdere a questi quella magia tipica del cinema. È questo un dibattito particolarmente complesso e sempre aperto, che si interroga ancora una volta su ciò che si intende oggi quando si parla di cinema.

Indietro