Forte della meritata nomination all’Oscar ottenute interpretando Lisbeth Salander nell’imminente Millennium – Uomini che odiano le donne di David Fincher, ecco che la carriera di Rooney Mara prende decisamente il largo.

Giù ufficialmente coinvolta, assieme a Ryan Gosling, nel Lawless che Terrence Malick girerà a partire dal prossimo settembre, la giovane e caparbia attrice americana è subentrata a Blake Lively come protagonista di Side Effects, nuovo film di Steven Soderbergh. Il suo ruolo sarà quello di una giovane e problematica donna in attesa che il marito (interpretato da Channing Tatum) esca di prigione, con due psichiatri (Jude Law e Catherine Zeta-Jones) che si occupano assiduamente di lei.