PKeanu Reeves, a breve al cinema in 47 Ronin, ha completamente escluso l’idea di partecipare la remake di Point Break, leggentario film action che lo vide protagonista nel 1991 al compianto Patrick Swayze.

 

Diretto da Kathryn Bigelow, poi passata alla storia come la prima regista donna a vincere un Oscar per la miglior regia con The Hurt Locker, Point Break fu prodotto dalla Largo Entertainment e guadagnò 83,5 milioni di dollari in tutto il mondo.

Il film rappresentò, sia per Revees che per la Bigelow, il vero e proprio inizio di carriera. Nel 2011 la Alcom Entertainment ha annunciato un remake ambientato nel modno degli sport estremi, con un agente dell’FBI infiltrato in una gang criminale. La sceneggiatura venne affidata e Kurt Wimmer (Salt e il remake di Total recall – Atto di Forza).

Revees, in merito alla sua presenza nel film, ha dichiarato alla radio BBC 5 Live in un’intervista: “Assolutamente no, non è il mio posto … Se riescono a trovare un modo per fare un buon lavoro, allora che Dio li benedica. Ma è una cosa buona?”

E noi lo chiediamo a voi, è una cosa buona mettere in cantiere un altro remake, di un film così amato e rappresentativo di un genere e di uno stereotipo?Fonte: Variety