Il giovanissimo Anton Yelchin è morto a soli 27 anni. TMZ, primo sito a riportare la notizia, riferisce di uno stupido incidente d’auto. Dopo diverse presenze minori al cinema, l’attore ha trovato la fama con il reboot di Star Trek, in cui interpretava Pavel Chekov.

Anton Yelchin è morto in un incidente stradale stamattina presto. La famiglia ha richiesto il rispetto della sua privacy in questi duri momenti“. Questo il commento del suo agente.

anton yelchinNato a Sanpietroburgo l’11 marzo 1989, quando ancora si chiamava Leningrado e faceva parte dell’URSS, Anton si trasferì negli Stati Uniti ancora in fasce, quando i genitori, pattinatori di figura, scapparono in america con lo status di rifugiati nel dicembre dello stesso anno.

Anton, a soli nove anni, ottiene il suo primo ruolo in un film indipendente; successivamente recita una piccola parte in A Time for Dancing e nel 2001 ricopre un ruolo minore in 15 minuti – Follia omicida a New York con Robert De Niro e Edward Burns. Sempre nel 2001 lavora al fianco di Morgan Freeman in Nella morsa del ragno e con Anthony Hopkins in Cuori in Atlantide; per quest’ultimo film ha ricevuto critiche lusinghiere e ha ottenuto un Young Artist Award.

In seguito lavora in alcune serie TV come Taken e Huff con Hank Azaria. Nel 2006 fa parte del cast del film di Nick Cassavetes Alpha Dog.

Nel 2007 è il protagonista di una commedia sui problemi adolescenziali, in cui collabora con l’attore Robert Downey Jr. nel film Charlie Bartlett.

Nel 2009 ottiene due ruoli importanti: Pavel Chekov nell’undicesimo film di Star Trek, prodotto e diretto da J.J. Abrams, e il ruolo di Kyle Reese in Terminator Salvation di McG. In seguito presta la voce al personaggio di Tontolone nel film in tecnica mista dedicato ai Puffi, uscito nel 2011.