Il personaggio di Black Panther è sempre stato abbastanza popolare tra i fan della Marvel, ma il Re di Wakanda ha acquistato ancora più popolarità dopo aver debuttato sul grande schermo in Captain America Civil War.

 

Mentre cresce l’attesa per l’arrivo al cinema del film a lui dedicato (soprattutto dopo l’annuncio del cast ufficiale al Comic Con di San Diego 2016), in una recente intervista il protagonista del film Chadwick Boseman ha parlato della pressione che comporta interpretare un personaggio così venerato, soprattutto in merito al valore culturale che assume il portare sul grande schermo il primo supereroe di colore.

Black Panther: l’ispirazione e i dettagli sulla trama, confermati due villain

A tal proposito l’attore ha rivelato: “Ovviamente so quanto sia importante, soprattutto per le persone di origine africana. Per quanto riguarda le reazioni, sono abituato alle più disparate da quando è uscito Civil War. Black Panther ha sempre uno scopo. Nella maggior parte dei casi si tratta di: “Bene, lo ha fatto in questa scena e ora continua – magari facendo qualcos’altro di contraddittorio, che non ha nulla a che vedere con il personaggio”. Tipiche cose da Magical Nero”.

Con “Magical Negro” Boseman si riferisce ai personaggi di colore che generalmente vengono utilizzati nei film come spalla dei protagonisti. Poi ha aggiunto:

“Penso che siamo tutti consapevoli del fatto di aver creato un personaggio con una propria storia. E credo che sia questa la cosa più importante: tenere bene a mente che Black Panther ha il suo arco narrativo, i suoi desideri e i suoi obiettivi. La cosa che mi piace di più è che si mette sempre in discussione e che risponde sempre alle critiche. Adoro la sua strategia e la sua forza. Ma non si tratta di qualità fisiche o cose del genere. È qualcosa che ha più a che fare con la sua mente, che è in grado di manovrare come un vero leader”.

[nggallery id=2874]

Chadwick Boseman interpreta il protagonista, T’Challa, già visto in Captain America Civil War. Con lui ci sono Michael B. Jordan che interpreterà Erik Killmonger (un villain nel materiale d’origine), il premio Oscar Lupita Nyong’o, che sarà Nakia, un ex membro del Dora Milaje di Wakanda, ora agente del Killmonger, e Danai Gurira nei panni di Okoye, un membro del Dora Milaje, le donne che si allenano per diventare le mogli del Re di Wakanda.

Black Panther: ecco il panel dal Comic Con

“Voglio ringraziare tutti per l’energia, faremo del nostro meglio, lavoreremo sodo e ci vedremo presto” ha dichiarato il regista del film, Ryan Coogler. La produzione del film comincerà a Gennaio ad Atlanta.

Coogler scriverà e dirigerà Black Panther che seguirà la storia di T’Challa, il re guerriero di Wakanda, da dove era stata interrotta in Captain America Civil War. Non è ancora chiaro quali altri personaggi parteciperanno alla storia, anche se sembra una buona possibilità che nel film ci sia anche Ulysses Klaw, che ha esordito in Avengers Age of Ultron con il volto di Andy Serkis. Inoltre sembra ci possa essere spazio anche per Everett Ross, visto sempre in Civil War con il volto di Martin Freeman.

Black Panther arriverà al cinema il 16 febbraio del 2018. Black Panther logo

Fonte: CBM