Mark Hamill

La versione di Luke Skywalker ritrovata in Star Wars: Gli Ultimi Jedi ha lasciato perplessi alcuni fan, per il modo in cui Rian Johnson si è riallacciato al personaggio dopo gli eventi della vecchia trilogia, e non sono gli unici ad aver notato la differenza. Anche Mark Hamill, che è tornato a interpretare l’iconico cavaliere jedi in Episodio VIII, ha espresso il suo giudizio su quello che “non è il mio Luke Skywalker” in una recente intervista.

Di seguito le parole di Hamill sul film:

I Jedi non si arrendono, è ciò che ho detto a Rian…e insomma, anche se Luke avesse avuto una crisi, sono sicuro che in un anno avrebbe provato a uscirne. E se avesse commesso un errore, avrebbe provato a correggerlo. Proprio su quel punto abbiamo avuto una differenza di visione fondamentale, e lì ho capito che non era più la mia storia ma la storia di qualcun altro

Hamill ha poi continuato:”Avrei voluto vedere cosa ne avrebbe tratto George Lucas con la nuova trilogia. Ma stiamo parlando della prossima generazione di Star Wars, quindi ho quasi dovuto pensare a Luke come ad un altro personaggio. Forse è Jake Skywalker. Di sicuro non è il mio Luke Skywalker, ma dovevo fare quello che Rian voleva che facessi perché era ciò che serviva alla storia.

Star Wars: Gli Ultimi Jedi, recensione del film con Mark Hamill

Il discorso di Hamill non fa una piega e non trasuda affatto risentimento nei confronti del regista de Gli Ultimi Jedi, ma una sana consapevolezza della nuova direzione che sta prendendo il franchise. “In fondo è solo un film, spero che alla gente piaccia e che i fan non si arrabbino. Credo davvero che Rian sia stata la scelta perfetta“.

https://www.youtube.com/watch?time_continue=1&v=EIY-PsHrj9A

Fonte: CBM