Ancora un incidente di percorso rischia di rallentare ulteriormente le riprese di Bond 25, il nuovo capitolo del franchise ora in produzione che vedrà per l’ultima volta nei panni di James Bond Daniel Craig. Proprio l’attore aveva subito un infortunio alla caviglia nelle scorse settimane, mentre ora è il profilo twitter ufficiale del film a comunicare che sul set si sono verificate delle esplosioni e piccoli danni alla crew.

 

Durante le riprese di un’esplosione controllata sul set di Bond 25 oggi ai Pinewood Studios, il danno è stato causato all’esterno dello 007 Stage. Non ci sono stati feriti sul set, tuttavia un membro dell’equipaggio fuori dalla scena ha subito un lieve infortunio.

Niente di grave insomma, e sembra che la vittima non sia in pericolo la vita. Intanto il The Sun riferisce che la troupe si stava esercitando per girare una sequenza che coinvolge una palla di fuoco in un laboratorio e che l’esplosione ha provocato la rottura di parte del tetto e di numerosi pannelli di parete nel complesso. Una fonte ha inoltre descritto l’evento come “il caos totale“.

Vi ricordiamo che Bond 25 sarà diretto da Cary Fukunaga (il primo regista non britannico che siede dietro la macchina da presa di un film di 007), mentre la sceneggiatura è stata riscritta da Scott Z. Burns (The Bourne Ultimatum, Contagion).

Come annunciato lo scorso aprile, la MGM ha assunto Phoebe Waller-Bridge per “ravvivare” la sceneggiatura di Bond 25 sotto speciale richiesta di Daniel Craig, grande fan di Fleabag e Killing Eve, le due serie prodotte e scritte dall’attrice. Era dal 1963 (l’ultima fu Johanna Hardwood con Dr. NoFrom Russia With Love) che la casa di produzione non assumeva una donna per dare voce ai personaggi del franchise, una scelta oggi più che mai “rilevante”.

Una parte importante delle riprese si terrà nella città di Matera, capitale europea della cultura per 2019, fornendo l’ambientazione perfetta per quella che dovrebbe diventare la sequenza d’azione del prologo, simile al segmento di apertura di Spectre a Città del Messico durante le celebrazioni del Giorno dei Morti.

Gli ultimi due film di James Bond sono stati diretti da Sam Mendes che ha incassato con i suoi film rispettivamente 1,1 miliardo di dollari per Skyfall (il Bond di maggior successo di sempre, con un Oscar all’attivo) e 880 milioni con Spectre. Dato il successo che Mendes ha raggiunto con i film, quando ha annunciato che non avrebbe più diretto un Bond Movie, la EON e la MGM si sono date da fare per cercare un rimpiazzo all’altezza.