Charlotte Rampling dune

I piani di casting del regista Denis Villeneuve per il suo nuovo adattamento dell’epico tomo di fantascienza di Frank Herbert, Dune, continuano a migliorare. Il regista di Arrival ha trovato adesso anche l’interprete perfetta per il ruolo della Revered Madre Mohiam, che avrà il volto di Charlotte Rampling.

 

Gaius Helen Mohiam è una Bene Gesserit Revered Mother, una potente veggente psichica in servizio all’imperatore, che può divinare le intenzioni, scoprire le bugie e manipolare gli stati emotivi delle persone.

La Rampling si unisce a Stellan Skarsgård, che dovrebbe interpretare il personaggio noto come Baron Vladimir Harkonnen, il vile sovrano di Arrakis, e a Timothée Chalamet che invece sarà l’eroe Paul Atreides. Il film vedrà anche Rebecca Ferguson nei panni di Lady Jessica.

Il regista, reduce da Blade Runner 2049, aveva specificato tempo fa che il film non sarà un remake dell’originale di Lynch ma una lettura personale del testo di riferimento. Nel frattempo Villeneuve, con le ultime dichiarazioni al Rendez-Vous du Cinema Quebecois (dove ha tenuto delle lezioni di cinema), ha svelato dettagli sulla lavorazione e forse sulla possibilità che Dune possa diventare un franchise:

Probabilmente ci vorranno due anni per finire Dune. L’obiettivo però è realizzare almeno due film“.

Questo invece il suo commento delle scorse settimane riguardo l’errata definizione di remake:

Il film non sarà in nessun modo collegato a quello del 1984. Tornerò al romanzo e cercherò di tirare fuori le immagini che le pagine mi ispireranno” ha commentato Villeneuve. “Sia chiaro, ho il massimo rispetto per David Lynch, che considero tra i più grandi registi viventi, però ricordo che all’epoca il suo adattamento aveva deluso le mie aspettative e tradito i miei sogni. Per questo proverò a fare il film dei miei sogni“.

Dune: Denis Villeneuve chiarisce che non si tratterà di un remake