Shazam!, ecco la descrizione delle scene post credits

850

ATTENZIONE, L’ARTICOLO CONTIENE SPOILER SU SHAZAM!

Al cinema dal prossimo 3 aprile, Shazam! si preannuncia un cambio di rotta ancora più deciso di quanto fatto dalla Warner Bros con Aquaman, per quanto riguarda il trattamento cinematografico degli eroi DC al cinema.

Come ogni film di supereroi che si rispetti ormai, la tradizione vuole che presenti una o più scene post credits, e nel caso di Shazam! sono due. La prima scena, a metà dei titoli di coda, mostra il Dr. Thaddeus Sivana (Mark Strong) nella sua cella di prigione, che è stata scarabocchiata con vari simboli magici. Dopo la sua sconfitta contro Shazam, Sivana è diventato pazzo, più di quanto non fosse prima e, mentre è intento a riprodurre i simboli e gli scarabocchi sulle pareti, una voce lo chiama.

La voce parla dell’ossessione di Sivana proprio per questi simboli e di quanto primitivi siano come strumento di comunicazione. Mentre la telecamera si sposta attorno alla cella, scopriamo che la voce proviene da Mister Mind. Si tratta di un super cattivo che appare in Shazam! nei panni di un… bruco, ma in realtà proviene da una razza aliena altamente intelligente chiamata Venusian.

La mente malvagia si mostra anche all’inizio del film, quando Sivana viene evocato dal mago Shazam da ragazzo. Dopo aver commentato l’uso dei simboli da parte di Sivana, Mister Mind parla di come esistano altri modi per acquisire la magia. Mister Mind parla anche dei Sette Regni, tema che sarà probabilmente esplorato in modo più dettagliato una volta che uscirà un sequel.

Potrebbe essere in uno di quei regni che i fan incontreranno Black Adam, che sappiamo sarà interpretato da Dwayne “The Rock” Johnson sul grande schermo?