Captain America e Black Widow

Captain America e Black Widow saranno solo amici e alleati nel MCU, ma nei fumetti hanno effettivamente un figlio insieme. O almeno ce l’hanno in una linea temporale possibile, nei fumetti. Il film d’animazione del 2008 Next Avengers: Heroes of Tomorrow ha presentato la prossima generazione di Vendicatori e i personaggi si sono dimostrati così amati da essere presto introdotti nel multiverso dei fumetti Marvel. E indovinate chi è il leader di questa squadra? James Rogers, figlio di Steve e Natasha.

Il personaggio proveniente da una linea temporale distopica in cui il mondo è stato devastato da Ultron. James, che guida la squadra formata da Francis Barton (figlio di Hawkeye e Mockingbird) e Azari T’Challa (figlio di Black Panther e Tempesta), possiede la forza super umana di suo padre e forse l’invecchiamento ritardato di sua madre. Impugna persino uno scudo di energia su modello di quello di Cap. Quando Kang il Conquistatore lancia i Vendicatori di oggi nel futuro, Steve e Natasha si trovano faccia a faccia con il loro bambino.

Vedremo il figlio di Captain America e Black Widow al cinema?

Ci sono molte cose che sono rimaste inesplorate su James, tuttavia. Ad esempio, è presumibilmente una creazione geneticamente modificata di qualche tipo, dato che Natasha non può concepire bambini a causa della mutilazione subita nella Stanza Rossa, durante il suo addestramento. Questa storia è davvero sorprendente, visto che, nonostante la mole di persone che entrambi hanno amato nel corso della loro storia a fumetti, non c’è mai stata una storia trai due, o una relazione che non fosse professionale.

Le versioni del MCU dei due personaggi, Scarlett Johansson e Chris Evans, hanno probabilmente più chimica delle loro controparti a fumetti, come visto in Captain America: The Winter Soldier. Detto questo, non sembra del tutto fuori questione immaginare che James Rogers possa apparire nel MCU ad un certo punto, ora che nei prossimi anni avremo sicuramente la possibilità di esplorare il multiverso, soprattutto con What if…? e con il sequel di Doctor Strange.