chadwick boseman Black Panther 2

È stata ufficialmente lanciata tramite Change.org una petizione online per rimuovere un monumento confederato nella città natale di Chadwick Boseman e sostituirlo con una statua del compianto attore, scomparso lo scorso venerdì all’età di 43 anni. Migliaia di firme sono state raccolte a sostegno dell’idea.

Mentre Hollywood sta ancora cercando di riprendersi dalla scioccante notizia della morte di Boseman (l’attore combatteva da circa quattro anni una battaglia contro il cancro al colon), non si fermano gli omaggi e i tributi all’interprete di Black Panther nel MCU. Boseman non era solo uno dei tanti attori che aveva preso parte all’universo condiviso recitando in uno dei suoi film campioni d’incassi: in realtà, si è sempre contraddistinto per la sua professionalità e per il suo impegno umanitario.

Inoltre, il suo status di modello per la comunità afroamericana ha influenzato persone di tutte le età. Adesso che il mondo si trova a dover fare i conti con questa enorme perdita, è normale che la volontà di onorare la memoria dell’attore scomparso si stia manifestando in maniera sempre più preponderante.

Secondo alcuni, un ottimo modo per rendere omaggio a Chadwick Boseman potrebbe essere quello di onorarlo nella sua città natale, Anderson, nella Carolina del Sud. Una nuova petizione, infatti, mira ad utilizzare l’eredità di Boseman al fine di creare un nuovo tipo di dialogo – sicuramente più aperto – sul tema del razzismo negli Stati Uniti.

DeAndre Weaver, un ex studente della Anderson University, ha creato una petizione su Change.org per sostituire l’attuale monumento confederato della città con una statua di Boseman. L’attuale monumento è in piedi dal 1902; tuttavia, negli ultimi mesi, il dibattito per rimuovere la statua a causa della sua insensibilità razziale nei confronti dei neri americani è aumentato considerevolmente.

L’impegno di Chadwick Boseman nei confronti della sua città natale

La statua rimane al suo posto a causa di una legge della Carolina del Sud che proibisce la rimozione o l’alterazione di qualsiasi monumento confederato. Lo status di Boseman come rispettabile cittadino di Anderson è ben noto, in particolare a causa dei suoi sforzi dopo l’uscita di Black Panther per affittare il cinema locale e proiettare il film gratuitamente. Ciò ha permesso a tutti i residenti, indipendentemente dalla loro situazione economica, di poter vedere il film campione d’incassi di Ryan Coogler.

Mentre le statue raffiguranti coloro che sono coinvolti in pratiche confederate continuano ad essere abbattute in tutto il mondo, non dovrebbe sorprendere il fatto che molti dei residenti di Anderson siano favorevoli a dire addio una volta per tutte al monumento della loro città. Sostituendo l’attuale monumento confederato di Anderson, la città non solo onorerebbe attraverso Boseman un vero e proprio “eroe” natale, ma la cosa potrebbe avere anche un vantaggio sul turismo locale.

Un’operazione del genere ha il potenziale per unire in maniera positiva la comunità, più o meno nello stesso modo in cui Boseman ha vissuto la sua vita e ha costruito la sua  memorabile – seppur breve – carriera.