Gal Gadot è tornata di recente nei panni di Diana Prince in Wonder Woman 1984 e a breve ritroveremo la guerriera amazzone nell’attesissima Snyder Cut di Justice League, che farà il suo debutto su HBO Max il prossimo 18 marzo (in Italia arriverà lo stesso giorno, in esclusiva digitale).

 

Gadot ha interpretato l’iconico personaggio in ben quattro film del DCEU, con un terzo capitolo di Wonder Woman già confermato da tempo. Quello di Diana è il ruolo che ha regalato all’attrice israeliana la fama internazionale, facendole raggiungere in breve tempo lo status di icona. Nonostante all’inizio i fan fossero parecchio scettici in merito alla scelta di Gadot, ad oggi è praticamente impossibile riuscire ad immaginare un’altra attrice nei panni di Woder Woman.

Eppure, abbiamo quasi rischiato che Gal Gadot non interpretasse mai l’iconico personaggio dei fumetti DC. Il motivo? Prima di essere scelta per il ruolo in Batman v Superman: Dawn of Justice di Zack Snyder, l’attrice stava pensando di abbandonare la recitazione. A rivelarlo è stata lei stessa in un nuovo post condiviso via Instagram. Gadot ha postato uno scatto inedito dal camera test del cinecomic di Snyder, spiegando:

“Questa foto è stata scattata da Zack Snyder il giorno in cui ho fatto il camera test per Batman vs Superman con Ben Affleck. Sono venuta a Los Angeles per 30 ore mentre stavo girando un film a Tel Aviv. Ma volevo così tanto il ruolo di Wonder Woman che ne è valsa la pena. Sarò per sempre grato a Zack per avermi scelto e per aver creduto che avrei potuto riportare in vita Diana. Non avevo idea di cosa avrebbe avuto in serbo il futuro per me quando questa foto è stata scattata. Vederlo oggi mi rende molto nostalgico. È anche la prova che tutto accade per un motivo. Stavo per smettere di recitare… e poi è successo questo.”