Zack Snyder’s Justice League è diventato per molti fan del DCEU e dell’opera di Zack Snyder la versione definitiva del cinecomic uscito inizialmente nelle sale nel 2017. Ora, è stato proprio Snyder ad ammettere che non riesce a immaginare che un altro regista venga coinvolto nella realizzazione di un potenziale sequel.

 
 

“Oddio, non ci ho mai pensato in realtà”, ha detto Snyder a Games Radar quando gli è stato chiesto della possibilità. “Ho adorato fare tutti quel film DC e amo i supereroi. Amo il genere. Sono molto entusiasta, ad esempio, di vedere The Batman di Matt Reeves. Onestamente, però, un seguito di Justice League non credo possa funzionare nelle mani di qualcun altro.”

Quando la Warner Bros. ha iniziato a mettere in piedi il suo DC Extended Universe, Zack Snyder è stato attivamente coinvolto nel processo di creazione dell’universo condiviso. Snyder ha diretto i primi due film del franchise, L’uomo d’acciaio e Batman v Superman, per poi abbandonare la nave nel bel mezzo della produzione di Justice League (progetto che è stato poi portato a compimento da Joss Whedon).

Sappiamo tutti come sono andate poi le cose: essenzialmente, Snyder è rimasto lontano dal DCEU per molto tempo, sebbene abbia continuato a figurare come produttori di alcuni film. Poi, quest’anno, dopo innumerevoli richieste da parte dei fan, la Warner Bros. ha finalmente permesso al regista di realizzare la sua versione di Justice League, che è stato poi distribuita col titolo Zack Snyder’s Justice League.