Keira Knightley

La candidata all’Oscar Keira Knightley ha dichiarato che non reciterà più in scene di nudo in nessuno dei suoi film, clausola che – a quanto pare – è stata inserita nei suoi contratti a partire già dal 2015. Avendo interpretato una verità di ruoli (alcuni anche molto acclamati) nel corso della sua carriera, è probabile che l’esperienza della maternità o anche del #MeToo abbiano modificato la percezione che l’attrice ha di sé stessa e di cosa è accettabile, per lei, sul grande schermo.

 

Sebbene Hollywood abbia ancora molta strada da fare in termini di uguaglianza e di inclusività, negli ultimi anni sono stati comunque apportati molti cambiamenti, certamente in positivo. L’impatto del movimento #MeToo è stato molto importante e ha sicuramente accesso una nuova luce sul modo in cui le donne vengono trattate sia dentro che fuori dalle produzioni cinematografiche; tutto questo, a sua volta, ha contribuito a garantire che sentimenti come la sensibilità e il rispetto siano componenti essenziali all’interno dell’industria dell’intrattenimento.

Non c’è dubbio che Hollywood stia cambiando, e anche se alcuni potrebbero pensare che le cose non stiano accadendo in maniera rapida, le differenze tra come stanno le cose attualmente e come erano anche solo cinque anni fa sono davvero sostanziali. La condanna e l’incarcerazione del magnate del cinema Harvey Weinstein è stata a tutti gli effetti un monito, un avvertimento per tutti coloro che potrebbero abusare del loro potere e della loro posizione privilegiata. Ad oggi, la vita post-Weinstein offre sicuramente uno scenario aperto al cambiamento.

Keira Knightley: “Oggi, preferisco non trovarmi nuda di fronte ad un gruppo di uomini.”

Essendo una delle attrici più famose di Hollywood, Keira Knightley non è estranea ad assumere ruoli impegnativi. Ma quando si tratta di nudità sullo schermo, la celebre star non sembra essere più interessata alla cosa. Come riportato da BBC, Knightley ha rivelato di recente che non girerà mai più scene di nudo con un regista maschio. La scelta è probabilmente parte di una clausola in vigore nei suoi contratti dal 2015, da quando cioè l’attrice è diventata madre. Nello specifico, ecco cosa ha dichiarato Knightley al riguardo:

“In parte è vanità, in parte si tratta dello sguardo maschile. Mi sento molto a disagio ora. Non voglio prendere parte a quelle orribili scene di sesso in cui sei tutto sudato e dove tutti grugniscono. Non mi interessa più farlo. Sono consapevole che i registi siano alla ricerca di qualcuno che sembri sexy per girare determinate scene che potrebbero anche essere belle, ma la verità è che possono usare semplicemente qualcun altro. Sono troppo vanitosa e il mio corpo ha già affrontato due gravidanze. Oggi, preferisco non trovarmi nuda di fronte ad un gruppo di uomini. Naturalmente, non è un divieto assoluto, ma sicuramente non voglio più farlo con registi uomini.”