mortal kombat

Mortal Kombat uscirà nelle sale americane e su HBO Max alla fine di questo mese, ma la stampa internazionale ha già avuto modo di vedere l’attesissimo riavvio cinematografico del celebre videogioco: di conseguenza, è arrivata online la prima ondata di recensioni.

Dalla maggior parte dei critici il film è stato accolto in maniera positiva: a ricevere il maggior numero di elogi sono state le sequenze di combattimento, gli effetti speciali e la dedizione che il team ha riservato nel portare la brutale violenza e le sferzate di sangue tipiche del gioco originale sul grande schermo.

Tuttavia, la storia in generale e lo sviluppo narrativo di alcuni personaggi sono stati oggetti di alcuni pareri contrastanti, ma in generale pare che i fan di MK resteranno molto soddisfatti da questo nuovo adattamento. Di seguito una serie di estratti da alcune delle recensioni emerse online raccolti da Screen Rant:

Mufaddal Fakhruddin su IGN Middle East scrive: “Se sei un fan di Mortal Kombat, ti divertirai un mondo poiché riuscirai a colmare le lacune grazie alla tua conoscenza della serie videoludica e ti godrai la violenza. Ma per lo spettatore medio, ci saranno poche ragioni per preoccuparsi della posta in gioco. In definitiva, questo è ciò a cui si riduce il Mortal Kombat del 2021: un solido adattamento di videogiochi pieno di fan service per i gamer (aspettatevi un accenno al sequel nel finale) e un decente film d’azione per tutti gli altri.”

Kervyn Cloete, Critical Hit: “Sono uscito dal cinema completamente intrattenuto, ma anche curioso nei confronti del prossimo capitolo, che viene preannunciato nei momenti finale. Con un budget di soli 50 milioni di dollari, il film non avrà problemi ad andare in pareggio. Un sequel è quindi garantito. Speriamo che il franchise non sia vittima di nessuna fatalità.”

James Marsh, South China Morning Post: “Un adattamento da videogiochi allegramente violento. Di sicuro non si tratta di un dramma con personaggi complessi o sfaccettati. Mortal Kombat non è un film per palati fini o esigenti. Per chi invece saprà apprezzare… è il film che fa al caso vostro!”

A’bidah Zaid, Geek Culture: “Essendo un film basato su un videogioco molto popolare, Mortal Kombat porta sullo schermo con una certa efficacia l’universo originale. C’è cura e attenzione ai dettagli. La caratterizzazione dei personaggi è molto fedele a quella presente nei giochi. I costumi e gli stili di combattimento sono molto vicini all’originale. Le immagini, il sonoro, l’azione, la violenza… il film è tutto ciò che i fan aspettano di vedere dall’adattamento del 1995.”

Sergio Pereira, Fortress: “Ci sono alcuni problemi di ritmo e manca un vero sviluppo dei personaggi. Il montaggio è strano, di sicuro non è stata un’impresa facile. Eppure, il film riesce nel suo intento e alla fine vince. A volte abbiamo semplicemente bisogno di un film in cui c’è un personaggio che congela il sangue del suo nemico e lo usa per pugnalarlo.”

Husain Rizvi, Khaleej Times: “La trama principale tende ad indebolirsi durante il corso del film. Tuttavia, le fatality, l’interpretazione di Lawson e l’inizio di una nuova promettente era per il franchise rendeono l’esperienza Mortal Kombat degna di essere vissuta.”

Bryan Tan, Yahoo! News Singapore: “I fan saranno felici di sapere che si tratta di un aggiornamento molto significativo rispetto al film del 1997, che forse ha fatto ricorso a Word Art di Microsoft Word per le grafiche. Dai personaggi del film, i fan potranno aspettarsi le battute e le mosse iconiche presenti anche nel videogame.”

La sinossi ufficiale di Mortal Kombat

In Mortal Kombat, il campione di MMA Cole Young, abituato a farsi picchiare per soldi, è ignaro della sua eredità—e anche del perché l’Imperatore dell’Outworld Shang Tsung abbia mandato il suo guerriero migliore, Sub-Zero, e altri Cryomancer ultraterreni, per dargli la caccia.  Preoccupato per la sicurezza della sua famiglia, Cole parte alla ricerca di Sonya Blade responsabile della Jax, Maggiore delle Forze Speciali che porta anche lei sulla pelle lo stesso marchio del drago con cui Cole è nato.  Molto presto, si ritrova nel tempio di Lord Raiden, Antico Dio e Protettore di Earthrealm, che assicura riparo a tutti coloro che portano un marchio come il suo.

Qui, Cole si allena con guerrieri esperti come Liu Kang, Kung Lao e l’implacabile mercenario Kano, preparandosi a combattere con i più grandi campioni della Terra, contro i nemici dell’Outworld, in una battaglia in cui è in gioco il destino dell’universo. Riuscirà Cole ad essere abbastanza motivato da scatenare il suo arcana—l’immenso potere custodito nella sua anima—in tempo non solo per salvare la sua famiglia, ma anche per sconfiggere Outworld una volta per tutte?