Avengers: Infinity War

A pochissime ore dall’uscita nelle sale di Avengers: Infinity War sono gli sceneggiatori del film, Christopher Markus e Stephen McFeely, a rivelare un importante dettaglio relativo al personaggio forse più atteso dai fan.

Secondo quanto dichiarato dai due in un’intervista a ComingSoon.net, in sede di scrittura è stata esclusa una delle motivazioni che nei fumetti originali spingono Thanos ad agire, sacrificando così un aspetto del suo carattere per l’adattamento cinematografico dei fratelli Russo.

Avengers: Infinity War, il secondo trailer del film Marvel Studios

Sebbene il suo interesse amoroso per la Morte [nei fumetti è anche chiamata Lady Morte] poteva farci entrare in empatia con il personaggio, abbiamo deciso di non includerlo nella sceneggiatura. Non era la sfumatura di cui avevamo bisogno e che ci avrebbe portato al cuore delle sue motivazioni“, hanno spiegato Markus e McFeely.

Nei fumetti infatti, Thanos distrugge e uccide anche per impressionare la Morte stessa, ma sembra che questo adattamento attuato dai Marvel Studios sfrutterà la stessa rabbia dandogli un retroscena diverso. E per scoprire come agirà contro i Vendicatori non ci resta che attendere il 25 aprile, quando Avengers: Infinity War arriverà finalmente nelle nostre sale.

Avengers: Infinity War, tutto quello che sappiamo sul film – SPOILER

Un viaggio cinematografico senza precedenti, lungo dieci anni, per sviluppare l’intero Marvel Cinematic Universe, Avengers: Infinity War di Marvel Studios porta sullo schermo il definitivo, letale scontro di tutti i tempi. Gli Avengers e i loro alleati supereroi devono essere disposti a sacrificare tutto nel tentativo di sconfiggere il potente Thanos prima che il suo attacco improvviso di devastazione e rovina metta fine all’universo.

Anthony e Joe Russo dirigono il film, che è prodotto da Kevin FeigeLouis D’Esposito, Victoria Alonso, Michael Grillo Stan Lee sono produttori esecutivi. Christopher Markus & Stephen McFeely hanno scritto la sceneggiatura. Avengers: Infinity War arriverà nei cinema USA il 27 aprile.