downton abbey

Arriva da Entertainment Weekly la conferma della data d’uscita in sala del film basato sulla serie iTv, Downton Abbey. Il film arriverà nelle sale USA il 20 settembre 2019, il 13 in Inghilterra.

“Da quando la serie è finita, i fan di Downton aspettano il prossimo capitolo della famiglia Crawley – ha detto il presidente della Focus Feature (che produce), Peter Kujawski, in una dichiarazione ufficiale – Siamo entusiasti di far parte di questo incredibile gruppo di registi, attori e artigiani, guidati da Julian Fellowes e Gareth Neame, nel riportare il mondo di Downton sul grande schermo il prossimo settembre”.

Anche se i dettagli della trama sono stati scarsi, il produttore esecutivo, Gareth Neame, ha offerto questa descrizione molto vaga della trama: “Il copione di Julian affascina, emoziona e intrattiene e nelle mani di Brian Percival cercherà di offrire al pubblico tutto ciò che desidera da un film su Downton Abbey.”

Downton Abbey: al via le riprese del film – prima foto

Sono confermati nel cast Maggie Smith,  Hugh Bonneville, Laura Carmichael, Michelle Dockery e Elizabeth McGovern, già star della serie, mentre si aggiungono alla squadra per la trasposizione cinematografica anche Imelda Staunton,  Geraldine James, David Haig, Tuppence Middleton, Simon Jones, Kate Phillips e Stephen Campbell Moore.

La serie, ideata e principalmente scritta dall’attore e scrittore Julian Fellowes, è ambientata fra il 1912 e il 1926, durante il regno di re Giorgio V, nella tenuta fittizia di Downton Abbey nello Yorkshire del Conte e della Contessa di Grantham. La serie segue le vite dell’aristocratica famiglia Crawley e dei loro servitori a partire dal 15 aprile 1912, data di affondamento del RMS Titanic. Alla notizia della tragedia, la famiglia Crawley è sconvolta nell’apprendere che il cugino del conte, James Crawley, e suo figlio Patrick, erede della loro proprietà, nonché della cospicua dote della Contessa Cora, sono deceduti nel naufragio. Nuovo beneficiario diventa il giovane Matthew, cugino di terzo grado della famiglia e avvocato a Manchester. I Crawley, soprattutto la Contessa Madre Violet, inorridiscono al pensiero che ad una persona “che lavora” – senza la minima intenzione di adattarsi alla vita aristocratica da loro condotta – spettino i loro interi averi. Sullo sfondo s’intrecciano le vicende della vita dei numerosi domestici.

Fonte: EW