solo a star wars story

Piovono ancora commenti negativi sulla strada di Solo: A Star Wars Story, secondo spin-off del franchise di Guerre Stellari (dopo Rogue One) atteso nelle sale a maggio. Stavolta a gettare ombra sul film sarebbero state le dichiarazioni di una fonte molto vicina alla produzione, ovvero un attore che ha preso parte alle riprese e che preferisce restare anonimo.

 

Le testimonianze sono state poi raccolte nel reportage pubblicato da Vulture in cui la fonte avrebbe confessato le ragioni dietro il licenziamento di Phil Lord e Chris Miller, le differenze di “autorità” con il sostituto Ron Hoawrd e l’inadeguatezza di Alden Ehrenreich, il protagonista del film.

Phil e Chris sono bravi registi, ma non erano affatto preparati per Star Wars. Dopo il 25° take, gli attori si guardavano l’un l’altro come a dire ‘Qua le cose stanno diventando strane.’ Sembravano un po’ fuori controllo, ma hanno sicuramente sentito la pressione. Quando giri questi film, hai attorno molte persone che osservano ciò che fai, come il primo assistente alla regia che aveva tantissima esperienza e ha dovuto intervenire per aiutarli a dirigere molte scene.

Solo: A Star Wars Story, teaser trailer ufficiale

Questo invece il commento su Ron Howard:

Quando è arrivato, ha preso il controllo e potevi sentire la sua sicurezza. Ha ottenuto subito il rispetto della troupe, perché ha fiducia in se stesso, ed è una persona con cui è davvero facile lavorare“. 

Per quanto riguarda gli altri cambiamenti dopo l’uscita di scena di Miller e Lord, la fonte si è soffermata sul fatti che Howard e il cast avessero comunque continuato a lavorare con la stessa sceneggiatura: “Non c’era niente di nuovo, tranne il set: Phil e Chris hanno girato in tutti quelli che avevano a disposizione, Ron solo in alcune parti. Forse per risparmiare denaro…

Solo: A Star Wars Story, Phil Lord e Chris Miller saranno accreditati come produttori esecutivi

Infine il commento più duro è rivolto a Alden Ehrenreich, che nel film interpreta Han Solo da giovane:

Cercare di imitare Harrison Ford è davvero difficile e la Lucasfilm voleva qualcosa di molto specifico: la copia precisa di qualcun altro. Alden non è un cattivo attore, sia chiaro, ma non è abbastanza bravo. Tuttavia i produttori erano così preoccupati dalla sua prestazione che hanno assunto un coach per lavorare con lui“.

L’aria che tira non è delle migliori insomma. Vi ricordiamo che lo spin-off sarà ambientato dieci anni prima degli avvenimenti di Una Nuova Speranza. Nel cast anche Emilia Clarke, Donald Glover e Woody Harrelson.

Solo: A Star Wars Story arriverà nelle sale il 25 maggio 2018.

Fonte: Vulture