Andrea Riseborough,

Andrea Riseborough attualmente può essere vista nella serie drammatica di Netflix, acclamata dalla critica,  Bloodline, e prossimamente nella miniserie britannica National Treasure; scritta dal vincitore del BAFTA Jack Thorne, questo film per Channel 4 esamina l’effetto e le conseguenze di accuse di reati sessuali fatte a un fittizio personaggio pubblico molto amato.

 

Andrea Riseborough ha condiviso con i suoi colleghi attori del film di Alejandro González Iñárritu Birdman o (L’imprevedibile virtù dell’ignoranza) lo Screen Actors Guild Award per straordinaria performance di un cast in un film. Il film ha vinto quattro Oscar, tra cui quello per Miglior Film.

Andrea Riseborough, biografia

Cresciuta a Whitley Bay, una piccola cittadina del Regno Unito sul mare, ha scritto e creato i suoi propri mondi. All’età di nove anni, la sua insegnante di recitazione le ha suggerito di fare un’audizione al People’s Theatre (sede della Royal Shakespeare Company a Newcastle), e lei è apparsa nel suo primo spettacolo. Ha anche studiato danza classica e trascorso ogni singolo istante libero dipingendo e disegnando. Si è assicurata la sua tessera dell’associazione degli artisti (equity card) all’età di 18 anni.

Mentre ancora frequentava la Royal Academy of the Dramatic Arts (RADA), ha cominciato ad avere ruoli in telefilm e produzioni teatrali. Dopo aver lasciato la RADA, ha interpretato lo spettacolo, vincitore dell’Oppenheimer Award, A Brief History of Helen of Troy (Una breve storia di Elena di Troia) al Soho Theatre, diretto da Gordon Anderson, ed è stata nominata Miglior Attrice Esordiente ai Theatre Goers’ Choice Awards del 2005. Il primo ruolo cinematografico di Andrea Riseborough è stato in Venus (2006) di Roger Michell, interpretato dalla sua buona amica Jodie Whittaker e da Peter O’Toole.


Ha recitato per sei mesi al National Theatre in Burn di Deborah Gearing, Chatroom di Enda Walsh e Citizenship di Mark Ravenhill, tutti diretti da Anna Mackmin. E’ stata onorata con un premio Ian Charleson per la sua interpretazione nella messa in scena della Royal Shakespeare Company di Peter Hall di Measure for Measure (Misura per misura).

Andrea Riseborough filmografia

Andrea Riseborough si è imbarcata nel suo primo ruolo da protagonista in una serie televisva con Party Animals, con Matt Smith, Raquel Cassidy, e Andrew Buchan.

Mike Leigh le ha poi offerto un ruolo nel suo film La felicità porta fortuna – Happy-Go-Lucky. Ha fatto il film e dopo ha recitato al Royal Court Theatre in The Pain and the Itch di Bruce Norris, per il quale è stata nominata come Miglior Attrice Non Protagonista ai Theatre Goers’ Choice Awards del 2007.

Andrea Riseborough ha poi interpretato il ruolo di Margaret Thatcher nel telefilm Margaret Thatcher – The Long Walk to Finchley, diretto da Niall McCormick, per il quale ha ricevuto una nomination ai BAFTA; è stata la protagonista del cortometraggio Love You More, diretto da Sam Taylor-Johnson e scritto da Patrick Marber; ha interpretato il film indipendente di Avie Luthra Mad Sad & Bad; e il ruolo della protagonista nella miniserie The Devil’s Whore, sulla Guerra Civile Inglese del 17mo secolo, diretta da Marc Munden.

A teatro, ha recitato in A Couple of Poor, Polish-Speaking Romanians di Dorota Maslowska, al The Soho Theatre; e nella produzione del Donmar Warehouse di Ivanov, con Kenneth Branagh e Tom Hiddleston. Ha debuttato sul palcoscenico USA in The Pride di Alexi Kaye Campbell, diretto da Joe Mantello.

Tra i suoi crediti cinematografici ci sono: Non lasciarmi di Mark Romanek; We want sex di Nigel Cole; Brighton Rock di Rowan Joffe; W.E. – Edward e Wallis di Madonna, nel ruolo di Wallis Simpson; Resistance di Amit Gupta, con il suo collega in Animali notturni Michael Sheen; Disconnect di Henry Alex Rubin; Oblivion di Joseph Kosinski, con Tom Cruise; Welcome to the Punch di Eran Creevy; The Silent Storm di Corinna McFarlane; Hidden dei fratelli Duffer; attualmente in post-produzione il film di Jonathan Dayton e Valerie Faris Battle of the Sexes, nel quale interpreta Marilyn Barnett insieme a Emma Stone nel ruolo di Billie Jean King; e Doppio gioco di James Marsh, con Clive Owen, per il quale Andrea Riseborough ha vinto il British Independent Film Award (BIFA), l’Evening Standard British Film Award, e il London Critics’ Circle Film Award come miglior attrice.