Bud Spencer film

Ricordato come “il gigante buono“, Bud Spencer, nome d’arte di Carlo Pedersoli, è stato il mito di generazioni e generazioni grazie ai suoi film divenuti oggi dei veri e propri cult, quasi sempre condivisi con l’amico di sempre Terence Hill. Dagli anni Sessanta fino agli Ottanta ha infatti recitato in numerosi generi, con grande predilezione per il western e il poliziesco.

 

I ruoli da lui ricoperti erano sempre scritti appositamente per lui, il suo carisma e la sua inimitabile presenza scenica, elementi grazie ai quali è diventato una vera e propria star del cinema internazionale, amato da grandi e piccoli.

Ecco 10 cose che non sai di Bud Spencer.

Bud Spencer nuoto Bud Spencer: i suoi film e le serie TV

10. Ha recitato in celebri lungometraggi. L’attore inizia la sua fortunata carriera da protagonista con il western Dio perdona… io no! (1967), dove recita per la prima volta accanto a Terence Hill. Successivamente, acquista sempre maggior fama con i film I quattro dell’Ave Maria (1968), Lo chiamavano Trinità (1970), Continuavano a chiamarlo Trinità (1971), 4 mosche di velluto grigio (1971), … più forte ragazzi! (1972), Piedone lo sbirro (1973), … altrimenti ci arrabbiamo! (1974), I due superpiedi quasi piatti (1977), Pari e dispari (1978), Io sto con gli ippopotami (1979), Chi trova un amico trova un tesoro (1981), Banana Joe (1982), Nati con la camicia (1983), Non c’è due senza quattro (1983), e Miami Supercops (I poliziotti dell’8ª strada) (1985). Tra i suoi ultimi ruoli si annoverano invece Botte di Natale (1994), Fuochi d’artificio (1997), Al limite (1997), con Lydia Bosch e Cantando dietro i paraventi (2003).

9. Ha preso parte anche ad alcune serie televisive. Nel corso della sua carriera, Spencer non ha mancato di recitare anche per il piccolo schermo, prendendo parte ad alcune serie televisive, di cui era spesso anche uno degli autori. La prima di queste è Big Man (1988), di genere poliziesco, seguita poi da Detective Extralarge (1991-1993), Noi siamo angeli (1997), Tre per sempre (1998), Padre e Speranza (2005), e I delitti del cuoco (2010), dove interpreta un burbero ex poliziotto ora dedicatosi all’arte culinaria, senza rinunciare però alle indagini di alcuni crimini. Questo è inoltre l’ultimo ruolo ricoperto dall’attore.

8. Ha ottenuto un importante riconoscimento. Quella di Spencer è una carriera premiata più dall’affetto del pubblico che non dai riconoscimenti della critica. Il valore dei suoi film è stato riscoperto soltanto in seguito, e nel 2010 i membri del premio David di Donatello decidono di riconoscere la sua lunga e gloriosa attività con un David alla carriera, che gli viene consegnato insieme all’amico e collega di sempre, Terence Hill. Per i due si è trattato di un momento particolarmente importante, che ha visto l’industria unirsi al grande pubblico nel riconoscimento di due icone della cinematografia italiana e internazionale.

Bud Spencer e il nuoto

7. Era uno sportivo da record. Prima di intraprendere la sua fortunata carriera da attore, Spencer si era distinto come nuotatore di particolare talento. Si affermò infatti durante i campionati italiani di nuoto del 1950, quando diventò il primo italiano ad eseguire i cento metri stile libro in meno di un minuto. In tutto, nel corso della sua decennale attività di nuotatore, arrivò a vincere ben 11 medaglie d’oro ai campionati italiani, ed una ai Giochi del Mediterraneo, dove partecipò come membro della squadra di pallanuoto S. S. Lazio Nuoto. Si ritirò poi nel 1960 per dedicarsi alla carriera cinematografica.

Bud Spencer: la moglie e i figli

6. Ha avuto un unico lungo matrimonio. Nel 1960, quando ancora doveva diventare noto grazie al cinema, l’attore sposò Maria Amato, figlia del produttore cinematografico Giuseppe. I due si erano in realtà conosciuti ben quindici anni prima, ma aspettarono di avere una condizione economica più favorevole per le nozze. Nel 1961 nacque il primo figlio, Giuseppe, il quale divenne in seguito produttore e sceneggiatore di alcuni degli ultimi progetti in cui recitò il padre. L’anno seguente nacque invece la figlia Cristiana.

Bud Spencer Terence Hill

Bud Spencer e Terence Hill

5. Hanno formato una celebre coppia cinematografica. I due attori si conobbero per la prima volta sul set del film Dio perdona… io no!, e da quel momento formarono una solida coppia, recitando poi insieme in ben 18 film, 16 dei quali li vedevano come protagonisti. Il loro successo era dato sia dalla loro opposta caratterizzazione, sia dall’incredibile chimica di coppia che si era formata tra di loro. Spencer e Hill hanno infatti più volte dichiarato di essere diventati inseparabili amici anche al di fuori del set, e conoscendosi bene erano in grado di tirar fuori il meglio l’uno dall’altro.

4. Gli venne chiesto di cambiare i propri nomi. Al momento di distribuire il film Dio perdona… io no!, ai due venne consigliato di dar vita a dei nomi d’arte per la locandina. Quelli veri erano infatti considerati “troppo italiani” per un film western, mentre con dei nomi stranieri avrebbero potuto ottenere attenzioni anche a livello internazionale. Pedersoli scelse così “Bud Spencer” sia in omaggio all’attore Spencer Tracy che alla birra Budweiser. Mario Girotti, invece, scelse il nome “Terence Hill” da una lista di nomi inventati.

Bud Spencer: le sue canzoni

3. Pubblicò un album musicale. Da sempre appassionato di musica, Spencer scrisse negli anni diversi testi di canzoni per noti artisti italiani. Nel gennaio del 2016, invece, viene pubblicato il suo unico album, intitolato Futtetenne. Questo è una raccolta di tutte le sue canzoni, registrate tra il 1961 al 2015. Si tratta prevalentemente di brani di genere jazz o di canzoni napoletane. In un totale di dieci brani, spicca in particolare quella che dà anche il titolo all’album, che Spencer considerava come una sintesi della sua filosofia di vita.

Bud Spencer e i fagioli

2. Ha reso celebre tale alimento grazie ai suoi film. Avendo recitato in diversi western, Spencer si è spesso dilettato nel mangiare la zuppa di fagioli, alimento spartano tipico di tale genere cinematografico. Grazie ai suoi film, infatti, l’attore ha letteralmente fatto venir fame ad intere generazioni, rimaste affascinate dal gusto con cui l’interprete divorava tali piatti. Oggi la zuppa di fagioli è grazie a lui particolarmente celebre, e numerosi sono i consigli e le ricette grazie a cui sarà possibile realizzare il piatto proprio come visto nei film.

Bud Spencer: età, altezza e la sua morte

1. Bud Spencer è nato a Napoli, il 31 ottobre del 1929, ed è deceduto a Roma, il 27 giugno del 2016 all’età di 86 anni, per via di complicazioni verificatesi in seguito ad una caduta. L’attore era alto complessivamente 195 centimetri.

Fonte: IMDb