- Pubblicità -

Sono imminente le riprese dell’attesissimo The Flash 2, il secondo ciclo di episodi dello show di successo trasmesso dal network americano The CW e oggi l’attore Robbie Amell è tornato a parlare del suo personaggio Firestorm:

LEGGI ANCHE: The Flash 2: Grant Gustin sul futuro di Barry Allen

LEGGI ANCHE: The Flash 2: anticipazioni da Danielle Panabake

“Non posso dire molto. Quello che posso dire è che ritornerà a girare più di un episodio di The Flash nel mese di Luglio. Non ho ancora ottenuto lo script ma credo che riprenderemo subito dopo il finale della stagione, perché è stato davvero un grande colpo di scena. La cosa bella del finale è stata quella di poter interpretare sempre Ronnie. Lo spettatore ha visto Ronnie nel primo episodio e poi sono stato per tutto il tempo un pazzo schizzato, un uomo spaventato mentre cercava di capire cosa gli stava accadendo con l’altra persona, così finalmente solo nel finale ho potuto essere veramente Ronnie, e ci ho preso gusto. Mi piacerebbe interpretarlo di più e approfondire il rapporto con il personaggio di Danielle Panabaker ma è anche molto divertente lavorare insieme a Victor, e qualsiasi altra scena posso girare con lui sarà grandiosa.”

LEGGI ANCHE: The Flash 2: Andrew kreisberg parla di Wells e del cambio temporale

GUARDA ANCHE: The Flash, Supergirl e Greg Berlanti su Variety [Foto]

The-Flash 2The Flash è una serie televisiva statunitense spin-off di Arrow, sviluppata dai creatori di quest’ultima Greg Berlanti, Marc Guggenheim e Andrew Kreisberg. Basata sul personaggio di Flash, supereroe protagonista di una serie di fumetti pubblicata da DC Comics, si svolge nello stesso universo della serie madre e verrà trasmessa dal 7 ottobre 2014 sul canale The CW.

Trama show: All’età di 11 anni, dopo aver assistito al misterioso omicidio della madre Nora e visto suo padre Henry ingiustamente accusato del crimine, Barry Allen viene accolto in casa dal detective Joe West e la sua famiglia. Anni dopo lo ritroviamo che è divenuto un brillante studente di chimica, noto a tutti per la sua grande competenza in questo campo oltre che per il suo essere perennemente in ritardo. Diventato uno scienziato forense per il Dipartimento di Polizia di Central City, Barry cerca di scoprire la verità sull’omicidio di sua madre e le sue indagini lo portano all’acceleratore di particelle di Harrison Wells. Quando i laboratori S.T.A.R. LAB indicono un evento pubblico per l’accensione di prova di un nuovo acceleratore di particelle destinato a rivoluzionare il mondo, Barry si trova nel suo laboratorio e, dopo che l’acceleratore, colpito da un fulmine, esplode a causa di un sovraccarico, il giovane viene scaraventato a terra dalla scarica di un altro fulmine mentre numerose sostanze chimiche gli si rovesciano addosso ed entra in coma. Al suo risveglio, dopo nove mesi, apprende di avere la capacità di muoversi ad una velocità sovrumana ed è anche convinto, e ben presto ne avrà la conferma, di non essere l’unico meta-umano creato dall’esplosione. Il giovane Allen decide, quindi, di utilizzare l’eccezionale potere conferitogli dal destino per proteggere l’umanità, mantenendo però segreta la propria identità.

 

- Pubblicità -