The Right Stuff: la serie prodotta da DiCaprio

La serie originale di Disney+ è un adattamento del bestseller di Tom Wolfe, incentrato sulla storica corsa allo spazio degli Stati Uniti. Prodotta da Appian Way di Leonardo DiCaprio e da Warner Horizon Scripted Television, Leonardo DiCaprio e Jennifer Davisson sono gli executive producer; Mark Lafferty è executive producer e showrunner

-

The Right Stuff è l’annunciata serie originale di National Geographic  prodotta per National Geographic da Appian Way e Warner Horizon Scripted Television, The Right Stuff si basa sull’iconico bestseller di Tom Wolfe, La stoffa giusta, un saggio storico sui primi anni del programma spaziale statunitense.

Questa serie composta da otto episodi pone lo sguardo su quello che sarebbe diventato il primo “reality show” nella storia degli Stati Uniti, con le vicende di ambiziosi astronauti che, insieme alle loro famiglie, diventano improvvisamente vere e proprie celebrità, ritrovandosi nel bel mezzo di una competizione che potrebbe ucciderli o renderli immortali.

The Right Stuff: quando esce e dove vederla in streaming

The Right Stuff verrà lanciata dalla piattaforma di streaming questo autunno su Disney+

The Right Stuff: la trama e il cast

I due uomini al centro della storia sono il Maggiore John Glenn, stimato pilota collaudatore e devoto padre di famiglia dai saldi princìpi, interpretato da Patrick J. Adams (Suits), e il Tenente Comandante Alan Shepard, uno dei migliori piloti collaudatori nella storia della marina militare degli Stati Uniti, interpretato da Jake McDorman (What We Do in the Shadows, Lady Bird).

Nel 1959, all’apice della Guerra Fredda, l’Unione Sovietica domina la corsa allo spazio. Per contrastare il diffondersi di una sensazione di paura e declino che ha colpito la nazione americana, il governo statunitense concepisce il Progetto Mercury della NASA, dando inizio a una corsa allo spazio contro i sovietici e trasformando istantaneamente alcuni dei piloti collaudatori più affermati dell’esercito in vere celebrità. Questi individui, chiamati Mercury Seven, vengono trasformati in eroi ancor prima di aver fatto qualcosa di eroico. I migliori ingegneri della nazione calcolano che ci vorranno svariati decenni per arrivare nello spazio. Ma vengono dati loro solo due anni per riuscirci.

(Credit: National Geographic/Gene Page)
(National Geographic/Gene Page)

Tra gli altri membri dei Mercury Seven, il Tenente Gordon Cooper, interpretato da Colin O’Donoghue (C’era Una VoltaCarrie Pilby, Il Rito), il più giovane dei sette, che fu scelto con grande sorpresa di tutti; Wally Schirra, interpretato da Aaron Staton (Mad Men, Narcos: Messico, Castle Rock), un pilota competitivo con una passione per gli scherzi; Scott Carpenter, interpretato da James Lafferty (The Haunting of Hill House, Small Town Crime), dotato di una forte spiritualità e soprannominato “Il Poeta” dagli altri astronauti; Deke Slayton, interpretato da Micah Stock (Brittany Non Si Ferma Più, Escape at Dannemora), pilota e ingegnere taciturno ma incredibilmente intelligente; e Gus Grissom, interpretato da Michael Trotter (Underground, The Evening Hour), un pilota collaudatore estremamente serio che diverrà il secondo uomo ad andare nello spazio.

I punti di forza degli astronauti sono pari soltanto ai loro difetti. Man mano che gli uomini cedono alle tentazioni che li circondano, il Progetto Mercury rischia di fallire. Al centro di questo dramma storico ricco di personaggi profondamente umani troviamo due astronauti che diventano delle icone — Glenn e Shepard — e competono tra loro per diventare il primo uomo ad andare nello spazio. L’intero programma viene messo in pericolo dalla loro intensa rivalità. La serie segue anche gli ingegneri della NASA, che lottano contro il tempo sotto la pressione crescente di Washington e dell’opinione pubblica. Scopriremo i meccanismi di una macchina propagandistica capace di creare miti, capeggiata dal dipartimento di pubbliche relazioni della NASA e coadiuvata dai redattori e dagli editori di LIFE Magazine.

The Right Stuff: trailer ufficiale

 

Il resto del cast comprende Nora Zehetner (Brick – Dose Mortale, Creative Control) nel ruolo di Annie Glenn, moglie di John Glenn e sua compagna di vita fin dall’infanzia, affetta da un disturbo del linguaggio che a volte le rende difficile comunicare; Eloise Mumford (il franchise di Cinquanta Sfumature) nel ruolo di Trudy Cooper, moglie di Gordon Cooper e a sua volta affermata pilota, il cui burrascoso matrimonio con Gordon procura svariati conflitti; e Shannon Lucio (Prison Break, True Blood) nel ruolo di Louise Shepard, la moglie devota di Alan Shepard che molto ha sofferto.

Patrick Fischler (Twin Peaks, Mad Men) interpreta Bob Gilruth, un ingegnere missilistico dalla personalità riservata e collega dello sfacciato Chris Kraft,  interpretato da Eric Ladin (American Sniper). Sono membri fondamentali del gruppo Space Task della NASA, incaricato dal presidente Dwight Eisenhower di spedire un uomo nello spazio in tempi così brevi da andare oltre i limiti del possibile. Devono correre contro il tempo mentre sono sottoposti a una pressione crescente da parte di Washington e dell’opinione pubblica.

Mentre gli astronauti del Mercury Seven vengono scaraventati sotto i riflettori, il dipartimento di pubbliche relazioni della NASA si sforza di dipingere un quadro perfetto, coadiuvato dai redattori e dagli editori di LIFE Magazine. Danny Strong (Billions) interpreta John “Shorty” Powers, l’onnipresente responsabile degli affari pubblici della NASA, che accompagna costantemente gli astronauti in visite piene di convenevoli a fabbriche e cene di beneficenza con cibo scadente, ideate per stimolare l’entusiasmo del pubblico e ottenere finanziamenti per la corsa allo spazio dal Congresso. Josh Cooke (Grace and Frankie, La Fantastica Signora Maisel) interpreta Loudon Wainwright Jr., il più affermato reporter di LIFE Magazine, che viene incaricato di scrivere le biografie di tutti i sette astronauti e riesce a intuire meglio di tutti cosa stia davvero accadendo.

Leonardo DiCaprio e Jennifer Davisson sono gli executive producer, insieme a Mark Lafferty (Castle Rock, Halt and Catch Fire), che è anche showrunner. Chris Long (The Americans, The Mentalist) è il regista e executive producer del primo episodio. Anche Will Staples (Animals, Shooter) e Howard Korder (Boardwalk Empire – L’Impero del Crimine) sono executive producer. La vincitrice del premio Oscar Thelma Schoonmaker (Toro Scatenato, Quei Bravi Ragazzi, The Departed) e il vincitore dell’Emmy Danny Strong (Empire, i film di Hunger Games, Game Change) sono i consulting producer. Michael Hampton ha portato avanti il progetto per conto di Appian Way ed è il co-produttore.

Tuttu gli episodi di The Right Stuff

In The Right Stuff 1×01 che si intitolerà “Sierra Hotel” È il 1959 e la Russia sta vincendo la corsa allo spazio. Per competere, gli Stati Uniti formano la NASA e scelgono di reclutare i migliori piloti collaudatori delle nazioni per formare quelli che diventeranno i Mercury Astronauts. Tra questi collaudatori ci sono il ragazzo d’oro John Glenn, lo spericolato Alan Shepard e Gordo Cooper, il cui matrimonio rotto potrebbe costargli un posto al programma.

The Right Stuff 1x01

In The Right Stuff 1×02 che si intitolerà “Goodies” La stampa discende sulle vite domestiche degli astronauti. Shepard e Gordo appassiscono sotto le luci della ribalta mentre Glenn prospera. Glenn ottiene un accordo con Life Magazine che garantisce l’accesso esclusivo a tutti e sette gli astronauti in cambio di un compenso che altera la vita. Quando gli astronauti arrivano in Florida per iniziare a lavorare, persino Shepard ha capito il potere che ora detengono.

The Right Stuff 1x02

In The Right Stuff 1×03 che si intitolerà “Single Combat Warrior” Dopo misteriosi attacchi di vertigini, Shepard si rivolge a Dee O’Hara per aiutarlo. Nel frattempo, Cocoa Beach si è trasformata da città fantasma a festa perpetua. Gordo si ritrova tentato da un’altra donna. Glenn cerca rifugio dalla bolgia in una riunione della chiesa locale, dove anche lui deve affrontare la tentazione. Le famiglie degli astronauti arrivano in Florida per assistere al primo lancio di prova dell’Atlas Rocket.

In The Right Stuff 1×04 che si intitolerà Advent” Dopo un malfunzionamento di un razzo durante un test, il Mercury 7 torna a casa per Natale. Le vacanze di Shepard sono difficili, poiché l’arrivo dei suoi genitori coincide con l’adozione della nipote di Louise. L’ex amante di Gordo la costringe a tornare nella sua vita, mettendo a repentaglio la sua relazione con Trudy. E Glenn tenta di conquistare una stella politica nascente e promettente presidenziale, JFK.

In The Right Stuff 1×05 che si intitolerà “The Kona Kai Seance” Trudy incontra Jerrie Cobb ed è invitata a unirsi al primo corpo di astronauti al femminile. I Mercury 7 vengono mandati a San Diego per un po ‘di gioia, ma il viaggio peggiora quando Shepard viene scoperto da un giornalista con un’altra donna. Glenn aiuta Shepard a dare una svolta alla storia, ma il suo moralismo crea un divario tra lui e gli altri astronauti che influenzerà direttamente chi viene scelto per andare nello spazio per primo.

In The Right Stuff 1×06 che si intitolerà “VOSTOK” JFK invia un comitato scientifico a Cape Canaveral per valutare la validità del programma spaziale. Glenn, bruciato dai risultati del voto tra pari, redige lettere ai politici lamentando che Shepard è moralmente inadatto a essere il primo uomo nello spazio. Ma le questioni dei giochi di potere interni e di un presidente scettico vengono presto sminuite dalle notizie dalla Russia che potrebbero essere il chiodo nella bara del Progetto Mercury.

The Right Stuff 1x06

In The Right Stuff 1×07 che si intitolerà “Ziggurat” Alla vigilia del volo, Louise viene a sapere della relazione di Shepard a Tijuana. Trudy guarda Gordo fare una battuta sulle donne astronaute in televisione. Glenn attende il momento umiliante in cui il mondo scoprirà finalmente che non sarà il primo. Le tensioni raggiungono un punto di rottura quando Shepard e Glenn sono costretti a stare insieme in una pentola a pressione di ritardi meteorologici, discordia coniugale e un circo di giornalisti.

In The Right Stuff 1×08 che si intitolerà “Flight” Dopo il drammatico viaggio nello spazio di Shepard, si sente deluso e irrequieto. Ascoltando il consiglio di Glenn, Shepard tenta di reprimere la sua ambizione con gratitudine per sua moglie e i suoi figli. Mentre il matrimonio di Shepard in qualche modo rimane intatto, Gordo e Trudy potrebbero non riprendersi mai. Nel frattempo, quando JFK lancia pubblicamente una sfida alla NASA per inviare un uomo sulla luna, la spinta di Glenn verso Shepard viene riaccesa.

 
 
Redazione
La redazione di Cinefilos.it è formata da un gruppo variegato di appassionati di cinema. Tra studenti, critici, giornalisti e aspiranti scrittori, il nostro gruppo cresce ogni giorno, per offrire ai lettori novità, curiosità e informazione sul mondo della settima arte.
- Advertisment -

ALTRE STORIE

- Advertisment -
- Advertisment -