Lo Hobbit: La desolazione di Smaug

Peter Jackson ha rilasciato interessanti dichiarazione a Hero Complex, in cui accenna alla reazionepoco entusiasta che il 3D 48fps della prima proiezione de Lo Hobbit ha avuto sul pubblico.

 

Ho deciso di proiettare [al Comic-Con] alcune sequenze dello Hobbit in 2-D e a 24 fotogrammi al secondo, così il focus resta sul contenuto e non sulla roba tecnica. Se la gente vuole il 3-D e il 48fps dovrà attendere dicembre.

Inoltre Jackson ha chiarito anche quello che sarà il contenuto del film tanto atteso, chiarendo che alla storia de Lo Hobbit ha unito moltissime cose ed eventi che in realtà accadono al tempo dei fatti ma che non vengono raccontati:

So che la gente pensa che lo Hobbit sia un romanzo piccolo rispetto al Signore degli Anelli, ma il mondo in realtà è ricchissimo, ci sono così tanti temi e personaggi da esplorare. Abbiamo usato alcune sostanziose parti delle appendici. Non si tratta solo dello Hobbit, è lo Hobbit ambientato in un contesto più ampio e comprensivo di tutti gli eventi che accadono nella Terra di Mezzo in quel periodo. Il materiale è tantissimo, tant’è che un paio di settimane fa abbiamo chiesto allo studio di poter girare qualcos’altro l’anno prossimo in modo da completare del tutto la storia.

Intanto sempre al Comic Con sono stati esposti molti altri poster del film. Eccone alcuni:

A questo link, gli altri poster.

Fonte e foto: Badtaste.it

[nggallery id=27]