Io sono Tempesta film

Autore di celebri film del panorama internazionale, tra cui i recenti Momenti di trascurabile felicità e Lacci, Daniele Luchetti si è sempre dimostrato interessato a raccontare aspetti dell’Italia e della sua storia attraverso le sue pellicole. Prima di dirigere i titoli poc’anzi citati, si è infatti cimentato nella regia di Io sono Tempesta, uscito in sala nel 2018, e incentrato su un personaggio che racchiude un modo di pensare e agire particolarmente diffuso nel Paese, sfortunatamente non in senso positivo. Pur raccontando dunque la caduta di un losco finanziere, il regista scegli di utilizzare la chiave della commedia, attraverso la quale lasciar trasparire l’ironia delle situazioni.

 
 

Il suo intento era infatti quello di raccontare una storia normalmente drammatica ribaltando però il punto di vista. Il personaggio negativo viene dunque affrontato con simpatia, senza che gli sia riservato un giudizio negativo. Anche sceneggiatore del film, Luchetti ha infatti come sempre lasciato che il film si arricchisse di suggestioni diverse, assumendo dunque forme sempre nuove e impreviste. Inizialmente pensato per essere girato a Milano, ma poi realizzato a Roma, il film si è così arricchito del caos e della comicità della capitale, riuscendo a raccontare ancor meglio il divario esistente tra ricchezza e povertà.

Accolto in modo positivo dalla critica e dal pubblico, Io sono Tempesta è arrivato a guadagnare circa 1,7 milioni di euro al box office, vincendo inoltre diversi premi nazionali. Prima di intraprendere una visione del film, però, sarà certamente utile approfondire alcune delle principali curiosità relative a questo. Proseguendo qui nella lettura sarà infatti possibile ritrovare ulteriori dettagli relativi alla trama, al cast di attori e alle sue location. Infine, si elencheranno anche le principali piattaforme streaming contenenti il film nel proprio catalogo.

Io sono Tempesta: la trama del film

Protagonista del film è Numa Tempesta, un finanziere che gestisce un fondo da un miliardo e mezzo di euro e abita da solo nel suo immenso hotel deserto, pieno di letti in cui lui non riesce a chiudere occhio. Tempesta ha soldi, carisma, fiuto per gli affari e pochi scrupoli. Un giorno, mentre è intento ad avviare un grande progetto immobiliare in Kazakistan, la legge gli presenta il conto. Proprio al momento di chiudere le trattative con gli investitori internazionali, infatti, i suoi avvocati lo informano che dovrà scontare una condanna per frode fiscale: non in carcere, che gli avvocati sono riusciti ad evitargli, ma prestando servizi sociali presso un centro di accoglienza.

E così, il potente Numa dovrà mettersi a disposizione di chi non ha nulla, degli ultimi. Nel centro a cui viene affidato si trova a svolgere i lavori più impensabili, dal tenere puliti i bagni all’assistere i più poveri. Tra questi c’è Bruno, un giovane padre che frequenta il centro con il figlio, in seguito ad un tracollo economico. L’incontro sembrerebbe offrire ad entrambi l’occasione per una rinascita all’insegna dei buoni sentimenti e dell’amicizia. A favorire un potenziale cambiamento di Tempesta vi è anche Angela, la titolare della cooperativa. Ma cambiare non sarà facile per l’incorreggibbile Numa, sempre pronto a fiutare l’affare a discapito degli altri.

Io sono Tempesta cast

Io sono Tempesta: il cast del film

Mattatore assoluto del film è l’attore Marco Giallini nei panni di Numa Tempesta. L’attore, già celebre per film come Perfetti sconosciuti e Non ci resta che il crimine, si è trovato qui per la prima volta a collaborare con Luchetti, affrontando un tipo di commedia per lui nuovo. Giallini ha infatti descritto il film come una fiaba ispirata alla realtà ma con ben poca volontà di realismo. Proprio per adeguarsi a questo particolare tono, l’attore si è così cimentato in una recitazione particolarmente sopra le righe, attraverso la quale ha potuto dar vita agli aspetti più buffi, ma anche quelli meno apprezzabili del suo personaggio.

Accanto a lui, nei panni del senzatetto Bruno, vi è invece Elio Germano. Questi aveva già collaborato con Luchetti per i film Mio fratello è figlio unico e La nostra vita, grazie al quale aveva vinto il premio come miglior interpretazione maschile al Festival di Cannes. L’attore ha a sua volta raccontato di essere rimasto affascinato dall’atmosfera del film, e di aver cercato di dar vita al suo personaggio puntando tutto sulla spensieratezza che lo contraddistingue nonostante i suoi problemi. Eleonora Danco, invece, nota per essere stata regista dell’apprezzato N-Capace, interpreta invece Angela, la direttrice della cooperativa. Marcello Fonte, celebre protagonista di Dogman, è invece Il Greco.

Io sono Tempesta: le location, il trailer e dove vedere il film in streaming e in TV

Come anticipato, il film è stato prevalentemente girato nella città di Roma. In particolare, tra le location più celebri viste in questo, si ricordano l’hotel di lusso Rome Cavalieri, A Waldorf Astoria Hotel, dove vive inizialmente il protagonista. Da questo si passa poi all’Ex Dogana del quartiere San Lorenzo, dove si sono svolte le scene dedicate alla cooperativa per bisognosi. La scena finale ambientata nella sala slot è invece ambientata nella sala Bingo Dubai Palace, in via Tiburtina. Per le scene ambientate in Kazakistan, dove il protagonista sta svolgendo delle trattative, sono invece state scelte delle particolari location dell’Abruzzo. Si tratta infatti del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, terza riserva natura più grande d’Italia.

È possibile fruire di Io sono Tempesta grazie alla sua presenza su alcune delle più popolari piattaforme streaming presenti oggi in rete. Questo è infatti disponibile nei cataloghi di Rakuten TV, Chili Cinema, Google Play, Apple iTunes e Tim Vision. Per vederlo, una volta scelta la piattaforma di riferimento, basterà noleggiare il singolo film o sottoscrivere un abbonamento generale. Si avrà così modo di guardarlo in totale comodità e al meglio della qualità video. Il film è inoltre presente nel palinsesto televisivo di sabato 13 febbraio alle ore 21:45 sul canale Rai 3.

Fonte: IMDb